Restaurati i pannelli del “Sentiero dei Diritti” a Portomaggiore

A partire da sabato 9 aprile sarà di nuovo possibile percorrere il ‘Sentiero dei Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza’ posto all’interno del Parco ‘Mafalda Favero’ di Portomaggiore.

Grazie all’impegno e alla disponibilità di volontari, Associazioni del terzo settore, privati cittadini e titolari di imprese attive nel territorio comunale sono stati infatti restaurati i 42 pannelli ispirati alla Convenzione delle Nazioni Unite del 1989 realizzati dalle alunne e dagli alunni portuensi nell’anno scolastico 2013/2014.

Il progetto, promosso e finanziato dal Garante Regionale per l’infanzia e l’adolescenza in collaborazione con il Comune di Portomaggiore e l’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna all’interno del Programma “Concittadini”, ha coinvolto circa 1000 alunni frequentanti il Nido d’Infanzia Comunale L’Olmo , le Scuole dell’Infanzia paritarie e statali, la Scuola Primaria, le Scuole Secondarie di I e II grado.

Vice Sindaca Molesini: “Il sentiero dei diritti”, è un percorso educativo-didattico realizzato con l’obiettivo di raccontare i diritti fondamentali dell’infanzia e dell’adolescenza: in questo momento più che mai è giusto averlo ripristinato e reso di nuovo fruibile all’interno del nostro Parco, luogo per eccellenza dedicato alle bambine e ai bambini e alle loro famiglie.

Per questo ringraziamo di cuore volontari, associazioni e ditte che vi si sono dedicati: in particolare gli Amici per la promozione di Sandolo, Avis di Portomaggiore, Pubblica Assistenza, Caduti da Piccoli, Associazione Polifonica Il Nuovo Echo, Le Contrade e per le ditte, Officina VMC di Marco Vignoli e Impresa Baldo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.