Ribaltano cassonetti nella notte, tumulti in zona GAD

Un sabato sera di forte tensione in zona GAD, che ha preoccupato molti residenti della zona.

Tutto ha avuto inizio attorno alle 20.30, quando un nigeriano 28enne è stato investito da un’auto in viale Po. L’uomo sembra stesse scappando da un arresto, in quanto sospettato di spaccio di droga.

Tra la comunità nigeriana presente in zona, si sarebbe sparsa la voce che l’investito fosse morto (notizia rivelatasi poi falsa, in quanto è stato ricoverato con una prognosi di 2 settimane) e, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata questa la miccia che ha acceso una pesante protesta da parte di un nutrito numero di immigrati, che ha ribaltato cassonetti e bidoni in viale Costituzione, bloccando di fatto il tratto stradale che unisce Viale Cavour alla stazione.

Si è così creata una sorta di guerriglia urbana che ha tenuto in tensione la zona dei giardini del Grattacielo fino in tarda serata.

L’episodio è stato ripreso dal vicepremier Matteo Salvini che – condividendo un video realizzato dal segretario comunale della Lega Nicola Lodi – ha annunciato un suo arrivo, presto, a Ferrara, mentre l’Associazione Residenti GAD chiede un incontro congiunto “con il Sindaco, il Questore e il Prefetto per avere informazioni chiare, precise e veloci su quanto è realmente accaduto e chiede anche di sapere qual è la reale situazione di sicurezza che esiste nel quartiere”.

Numerose le reazioni al fatto accaduto ieri sera.

Per il sindaco Tiziano Tagliani, è un sintomo evidente di una tensione complessiva del nostro Paese che nuoce alla tranquillità dei cittadini italiani e che non può non essere messa in relazione con il decreto sicurezza; un decreto che non migliora i livelli di sicurezza ma rischia di diventare una nuova emergenza.

Per il capogruppo della Lega Nord Alan Fabbri, la mafia nigeriana ha dato prova della violenza che può scatenare: vanno fermati per il bene di tutti i ferraresi, italiani e immigrati onesti, che chiedono sicurezza.

Il Sen. Alberto Balboni di Fratelli d’Italia, infine, accompagnato dal figlio Alberto e da alcune associazioni dei residenti, si recherà presso la stazione di Ferrara questa sera alle 21.00 per effettuare una passeggiata nella zona attorno al grattacielo, al fine di verificare lo stato della situazione a seguito degli eventi di sabato notte.

One thought on “Ribaltano cassonetti nella notte, tumulti in zona GAD

  • 17/02/2019 in 21:41
    Permalink

    Il signor ministro invece di farsi pubblicità con le disgrazie di Ferrara lavori seriamente come ministro degli interni e chieda conto ai suoi sottoposti del perché che accadono certe cose a Ferrara, la mafia nigeriana è un problema acclarato cosa aspetta a far fare una bella pulizia di Nigeriani anche perché risulta che arrivano in stazione a Ferrara da diverse parti d’Italia per delinquere ….

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *