Ricordando Paolo Siconolfi, presidente Provincia 1995/1999 – VIDEO

I funerali di Paolo Siconolfi, uomo politico ferrarese, già Presidente della Provincia di Ferrara, avvocato, docente universitario e giurista, scomparso all’età di 82 anni, si sono svolti oggi, venerdì 23 settembre, a Ferrara nella chiesa di S. Stefano alle ore 15.

Comune di Ferrara | Città Patrimonio dell'Umanità : Turismo

E’ stato un protagonista della scena politica regionale e provinciale dagli  anni’80 agli anni duemila, la sua scomparsa,  all’età di ottantadue anni, evoca un tempo della politica che sembra lontano anni luce, ma che risale a poco più di trent’anni fa.

Un arco di tempo in cui non sono cambiati soltanto i nomi delle forze in campo nella politica nazionale, ma si è passati da un’idea forte della politica al disincanto nei confronti dell’impegno politico e addirittura all’antipolitica, mentre a livello internazionale  appare sconvolto l’ordine dei valori affermati con forza dopo la fine della seconda guerra mondiale: dall’Unità dell’Europa alla  pace sancita come impegno etico e civile dall’ONU.

Nato in Irpinia a  Guardia dei Lombardi, paese colpito dal terremoto del 1980,  Paolo Siconolfi è arrivato ventenne a Ferrara per studiare Giurisprudenza e a Ferrara è rimasto per tutta la vita, dividendosi fra incarichi politici, militanza all’interno della DC, di cui è stato segretario regionale dell’Emilia Romagna e di cui ha vissuto tutte le metamorfosi ,  dal Partito popolare, alla Margherita fino alla fusione con i Democratici di Sinistra e altre forze riformiste e del cattolicesimo democratico (più altre formazioni minori, dai Repubblicani europei all’Alleanza riformista. nel Partito democratico) avvenuta nel 2007. Anno e atto con cui si è chiusa una fase storica della politica nazionale.

A Ferrara è vissuto con la famiglia, la moglie, professoressa Giovanna Di Biasi, docente di Inglese al liceo Ariosto, già presidente del Soroptimist di Ferrara, scomparsa nel  2019, e i due figli, Annalisa e Rino, facendo il pendolare per raggiungere Genova dove per ventisette anni ha insegnato Diritto regionale nell’Università del capoluogo ligure.

Il suo cursus honorum ha visto accanto all’attività di docente e di avvocato i  numerosi incarichi politici, istituzionali, di gestione di istituzioni scientifiche, culturali ed economiche nazionali, regionali e ferraresi, che lo hanno portato nel quinquennio  di presidenza della Provincia di Ferrara ad assumere un ruolo di spicco nelle politiche di sviluppo del territorio nella seconda metà degli anni ’90. Sono gli anni in cui Ferrara si avviava a vivere trasformazioni  importanti e un rinnovato decollo industriale, grazie ai fondi europei dell’obiettivo 2, turistico e culturale grazie al riconoscimento da parte dell’Unesco di Ferrara e delle Delizie estensi come patrimoni culturali  dell’umanità, fino  all’affacciarsi sullo scenario europeo di un nuovo protagonismo del sapere e delle università come molla dello sviluppo.

Paolo Siconolfi non ha mai mancato di dare il suo personale contributo a tutti i processi di trasformazione del territorio provinciale, manifestando un interesse particolare per il rapporto con le nuove generazioni, consapevole della necessità di promuovere in loro cultura e coscienza civile. Con questo obiettivo ha retto la presidenza del Comitato provinciale Ferrara per la Costituzione , con iniziative rivolte soprattutto ai giovani, che ogni anno riuniva in occasione del loro diciottesimo compleanno alla Sala Estense il  17 marzo in occasione della celebrazione del ricordo risorgimentale dell’indipendenza e dell’Unità d’Italia, per consegnare loro una copia della Costituzione.

D.B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.