Ricostruire dopo il sisma

02 restauro ricostruire

Tre i focus del Salone: ricostruzione post sisma, architettura del ‘900 da tutelare, restauro e nuove tecnologie, ma anche la riflessione sul valore del progetto, un gioco con i Lego per stimolare la riflessione sull’Heritage, e un concorso di idee.

Tre i focus del Salone del Restauro: l’approfondimento tematico della ricostruzione post sisma, con una piattaforma realizzata grazie al coordinamento scientifico del DIAPReM/TekneHub – Tecnopolo dell’ Università di Ferrara, Piattaforma Costruzioni, Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna, in cui a terra sarà riportata la rappresentazione iconografica dei territori e dei comuni colpiti con le cifre, i dati e le stime mentre in grafiche verticali verranno riprodotti i “campanili”, grande richiamo simbolico al sisma. Un secondo spazio espositivo è stato riservato al tema della conservazione, gestione e valorizzazione dell’architettura del ‘900 con mostre e convegni in cui si parlerà delle grandi architetture di Oscar Niemeyer, di Le Corbusier e degli architetti italiani in Argentina. Infine per gli appuntamenti più tradizionali dedicati al restauro, un focus sui restauri compiuti sul territorio nazionale. A testimoniare la dimensione internazionale del Salone, anche la mostra dei progetti presentati al concorso Domus restauro e conservazione Fassa Bortolo,con due medaglie d’oro assegnate al giapponese Tadao Ando e all’italiano Andrea Bruno.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=a0b4fb31-8bef-4b07-9a54-6049ec099b43&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.