Ricostruzione, tornano i pinnacoli di Porta Romana

pareschi

Una delibera di giunta dell’assessore ai lavori pubblici Aldo Modonesi ha aperto l’iter burocratico per aprire otto cantieri relativi a interventi per otto siti architettonici della città. Lavori resi possibili grazie al rimborso dell’assicurazione del Comune.  

Dopo le ferite inferte dal terremoto, alcuni dei monumenti ferraresi dalla primavera potranno ritrovare lo splendore di sempre. Per quel periodo infatti è previsto che partano i lavori per la ristrutturazione di otto siti architettonici presenti in città.

Lavori mirati e puntuali che permetteranno il recupero di alcuni aspetti architettonici importanti di Ferrara. Il ripristino dei pinnacoli di Porta Romana e di Palazzo teatroPareschi. Pinnacoli che in parte caddero con la scossa del 20 maggio 2012 e in parte furono tolti per mettere in sicurezza la città.

Gli altri lavori riguarderanno Palazzo Paradiso, il Museo della Cattedrale, la Palazzina Marfisa e il Palazzo dei Diamanti. Si aggiungono il Convento del Corpus Domini e il completamento di alcuni lavori a Teatro comunale. Lavori per un importo di spesa di oltre 136mila euro che saranno totalmente coperti dal rimborso assicurativo del Comune.

Il via ai lavori è arrivato dopo la seduta di giunta di martedì 4 febbraio con l’approvazione di una delibera presentata dall’assessore ai lavori pubblici, Aldo Modonesi. “Il progetto che riguarda tutti i lavori è pronto – spiega l’amministratore – ora si tratta solo di attendere i tempi tecnici per l’avvio della gara di affidamento dei lavori ed entro la primavera i cantieri saranno aperti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *