Rifiuti tossici, M5S e FdI chiedono commissione e verifiche su discariche

Una commissione informativa con Prefetto, Questore e Procuratore Capo, e verifiche sulle discariche mostrate dall’ex pentito Perrella.

A chiederlo sono i gruppi consiliari cittadini del Movimento 5 stelle e di Fratelli d’Italia che tornano sul tema rifiuti tossici, al centro della trasmissione Nemo di Raidue, andata in onda la settimana scorsa.

Restano accesi i riflettori sul tema rifiuti, dopo lo scalpore suscitato dal servizio della trasmissione di RaiDue Nemo, in cui il pentito Nunzio Perrella spiegava come, quando ancora era imprenditore della Camorra, aveva scaricato a Ferrara i rifiuti di Napoli, anche quelli tossici. Sulla vicenda il sindaco di Ferrara ha già fatto sapere che interesserà la Procura cittadina, sia per la verifica di eventuali reati ambientali, sia per valutare l’ipotesi del reato di procurato allarme dovuto alle dichiarazioni dell’ex pentito che molto hanno scosso la città.

Oggi sul caso intervengono i gruppi consiliari comunali del Movimento 5 Stelle e di Fratelli D’Italia. Ilaria Morghen, capogruppo del primo, chiede che venga svolta al più presto una Commissione consiliare informativa alla presenza di Prefetto, Questore e Procuratore Capo per avere informazioni sulla vicenda denunciata, sulle intenzioni investigative e di contrasto che le autorità hanno intrapreso o hanno intenzione di intraprendere.

Alessandro Balboni, capogruppo di Fratelli d’Italia invece, chiede con una interpellanza al Sindaco e all’assessore competente, di verificare se all’interno delle discariche citate dal pentito vi siano davvero rifiuti speciali. Balboni chiede anche quali azioni il comune stia mettendo in campo per verificare se allora vi siano stati reati ambientali e quali modalità verranno seguite per le campagne di monitoraggio ambientale necessarie a verificare al veridicità delle affermazioni dell’ex camorrista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *