Riforma giustizia, il voto al Senato. Prosegue intanto la raccolta firme per la separazione carriere giudici

Inasprimento della pena per furti e rapine, estinzione del reato per condotte riparatorie. Per le intercettazioni inoltre, secondo un principio della riservatezza, chi le capta e le diffonde fraudolentamente rischia, e qui i problemi saranno sopratutto per la stampa e i giornalisti, una pena con reclusione fino a quattro anni.

Sono i contenuti della cosiddetta ‘Riforma Orlando’ del processo penale che oggi dovrebbe ottenere il primo via dal Senato, dopo aver ricevuto quello della Camera.

 

Un provvedimento che si compone di 40 articoli e sul quale questa mattina il ministro per i rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro ha posto la fiducia.

Il disegno di legge infatti dovrebbe essere approvato, salvo qualche sorpresa, dopo la votazione prevista per le 19,30 proprio a Palazzo Madama.

Nel disegno di legge inoltre è previsto anche un inasprimento della pena per il reato di scambio elettorale politico-mafioso. Novità anche per la prescrizione. La nuova riforma prevede che il termine viene sospeso dal momento della sentenza di primo grado al deposito della sentenza di appello.

Riordinamento penitenziario e i tempi delle indagini preliminari, chiusura e udienza preliminare sono al centro del nuovo ordinamento.

Qui infatti il pm ha la possibilità di prorogare le indagini per altri tre mesi, che diventano dodici invece per i reati più gravi, una sola volta.

Prosegue intanto l’iniziativa delle Camere penali d’Italia per la proposta di legge di iniziativa popolare per la separazione delle carriere dei dei magistrati, separare quella dei magistrati inquirenti da quelli giudicanti, chiede l’iniziativa.

Domani la Camera Penale di Ferrara sarà in mattinata presto, dalle 9 alle 11, al Lex Bar di Piazza Tasso, a pochi passi dal Tribunale, a raccogliere le firme. Raccolta firme che poi proseguirà anche venerdì 16, nel pomeriggio, dalle 17 alle 19, in via Garibaldi, a pochi metri dal Municipio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *