Riordino CamCom, ancora un nulla di fatto

Ancora un nulla di fatto sul riordino delle Camere di Commercio. E’ mancata infatti oggi, nella conferenza Stato/Regioni, l’intesa, sullo schema di decreto del ministro dello Sviluppo Economico, concernente la rideterminazione delle circoscrizioni territoriali delle stesse Cciaa.

Il decreto era stato temporaneamente congelato circa un mese fa, in attesa di indicazioni da parte del Governo che dopo questo stop in conferenza Stato/Regione potrebbe decidere di approvare il provvedimento con deliberazione motivata, indicando le ragioni della mancata intesa.

Il decreto era finito nel mirino della Corte Costituzionale e successivamente al centro di un conflitto tra Gvoerno e Regioni. Alcune di queste infatti non sono d’accordo sul contenuto del decreto che riduce da 105 (ma già oggi ridotte a 95, per via di un’autoriforma) a 60 le camere di commercio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *