Riprendono a crescere le esportazioni Emiliano-Romagnole: +4,3% nel 2014

export feLe esportazioni emiliano romagnole nel 2014 sono andate molto bene, facendo registrare un incremento del 4,3% (più del doppio della media nazionale, pari al 2%) raggiungendo un valore complessivo di 53 miliardi di euro.

Dall’Emilia Romagna proviene il 13,5% delle merci italiane esportate nel 2014, e la nostra regione si conferma quindi la terza maggiore regione esportatrice italiana, ormai a ridosso della seconda, che è il Veneto.

Questo ritorno alla crescita delle esportazioni emiliano romagnole è confermato anche dai dati relativi ai primi tre mesi del 2015, con un incremento del 3,7% rispetto allo stesso trimestre dell’anno passato.

Restano protagonisti di questa ripresa delle esportazioni i settori tradizionali dell’export emiliano romagnolo: sono l’automotive (+16,3%), in continua espansione, e i prodotti alimentari (+6,3%), ai quali si aggiunge anche la meccanica (+2,3%), con un valore complessivo che nel primo trimestre 2015 ha superato i 3,7 miliardi di vendite.

Quali sono i principali destinatari delle merci emiliano romagnole? Germania, Francia e Stati Uniti sono i primi tre mercati di sbocco delle merci prodotte in regione; le esportazioni in Germania hanno fatto registrate un incremento del 7,8%, mentre negli stati Uniti la crescita delle esportazioni è stata pari al’11,8%. Ottimo risultato anche in Cina, dove le esportazioni sono aumentate dell’11,2%. Unico partner commerciale dell’Emilia Romagna che registra un deciso calo dell’export è la Russia, ma su questo dato ha pesato l’embargo sui prodotti alimentari europei.

Il dato regionale s inserisce in un contesto nazionale da cui emerge che le esportazioni italiane nel 2014 hanno ripreso a crescere a ritmo sostenuto, con un incremento del 2% rispetto al 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *