Rissa al grattacielo, la rabbia dei residenti

Una rissa fra immigrati riporta i riflettori sul grattacielo e il problema sicurezza della zona.

La rissa, secondo la versione della questura, scoppia verso le 18,30. I protagonisti sono due tunisini, rispettivamente di 27 e 23 anni e un siriano di 42 anni.

Il diverbio si apre davanti al bar Europa. Ma la discussione violenta finisce poi in una rissa a tre e arriverà anche a sfondare la vetrina del locale che vende kebab.

Urla, vetri rotti e botte che allarmano i residenti che chiedono immediatamente l’intervento della polizia e del 118. Le volanti arrivano, sono due e con loro giunge anche il 118 per curare uno dei tre che si è ferito dopo lo sfondamento della vetrina.

I tre, due dei quali finsicono in ospedale, verranno tutti quanti denunciati per rissa mentre il 27enne tunisino verrà anche denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

L’ennesimo fatto di cronaca che ormai da anni si registra nella zona e che questa volta scatena la rabbia di una parte dei residenti: quelli del Comitato via Cesare Battisti, rappresentati da Graziano Cardi.

Cardi ieri sera ha documentato l’episodio e alcune delle immagini di quanto successo ai piedi delle due torri viene documentato e oggi è già su youtube.

“Lo spaccio c’è la sicurezza manca” scrive Cardi in una nota fatta pervenire alle redazioni. Per il comitato di via Cesare Battisti infatti la rissa è scoppiata per la spartizione del mercato della droga. Una versione non confermata dalla questura che ancora indaga, attraverso la squadra mobile.

“La situazione è insostenibile” aggiunge Cardi nella nota stampa e punta pesantemente il dito contro l’amministrazione comunale che suo dire non sta facendo nulla per risolverla.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120117_05.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *