Riti della Pasqua

La Pasqua cristiana, nelle due versioni tra la liturgia cattolica e quella ortodossa, presenta importanti legami, ma anche significative differenze, con quella ebraica.

Quest’ultima, chiamata Pesach, celebra la liberazione degli Ebrei dall’Egitto grazie a Mosè, e riunisce due riti: l’immolazione dell’agnello e il pane azzimo. Gli ebrei che vivono entro i confini dell’antica Palestina, celebrano la Pasqua in sette giorni. Durante la festa, un ebreo ortodosso deve astenersi dal consumare pane lievitato e sostituirlo con il pane azzimo, come quello che consumò il popolo ebraico durante la fuga dall’Egitto; per questo motivo la Pasqua ebraica è detta anche ‘festa degli azzimi’.

Nella liturgia cristiana, la Pasqua ha un diverso significato, poichè indica il passaggio da morte a vita per Gesù Cristo ,ed il passaggio a vita nuova per i cristiani, liberati dal peccato con il sacrificio sulla croce e chiamati a risorgere con Gesù. Perciò, la Pasqua cristiana è detta Pasqua di risurrezione, mentre quella ebraica è Pasqua di liberazione dalla schiavitù d’Egitto.

Nel rito ortodosso, la ricorrenza religiosa ha una solennità particolare. Lungo il periodo della Grande e Santa Settimana che precede la Domenica di Resurrezione, la Chiesa Ortodossa celebra ogni giorno lunghe liturgie nelle quali commemora la passione e morte del Signore. Non a caso, a livello sociale in un Paese ortodosso, la Pasqua crea un’atmosfera di particolare festività paragonabile pressapoco a quella che si sente in Italia nel periodo natalizio.

La festa della Pasqua cristiana è mobile, viene fissata di anno in anno nella domenica successiva alla prima luna piena successiva all’equinozio di primavera.

Una piccola parte della Chiesa ortodossa segue il calendario giuliano per tutte le feste, mentre il resto ne considera solo la data dell’equinozio e quindi la data della Pasqua può variare dal 4 aprile all’8 maggio.

Se per la Pasqua Cristiana quest’anno la data sarà quella di domenica 8, il calendario ebraico la celebrerà il giorno precedente (sabato 7), mentre in quello ortodosso è attesa per il 15 aprile.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120406_12.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *