Ruba lo smartphone, i “selfie” lo incastrano

selfie smartphoneLa vittima del furto del proprio smartphone è riuscita a risalire all’identità della persona che lo stava utilizzando restando comodamente seduto davanti al pc di casa.

La Polizia Municipale di Ferrara, infatti, ha riconosciuto l’uomo di origine straniera grazie alle foto che il reale proprietario del dispositivo ha fatto avere agli agenti: il giovane extracomunitario, infatti, si scattava dei “selfie” con lo smartphone, ma queste immagini finivano nel “cloud”, in cui, in automatico, vengono salvati immagini e documenti: alla “nuvola” in rete ci poteva accedere, ovviamente, anche la vittima del furto, con altri dispositivi tipo il pc di casa.

Quindi gli agenti, ieri, mentre stavano controllando il quartiere Gad, hanno riconosciuto il giovane e recuperato il cellulare a cui era stato alterato il codice di riconoscimento stampato sul retro. Smascherato il tentativo di contraffazione tramite la strumentazione di verifica dei falsi documentali, la Polizia Municipale ha denunciato l’uomo per ricettazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *