RUE: a prova di terremoto

Il nuovo regolamento urbanistico edilizio del comune di Ferrara venne presentato alla stampa il 17 maggio scorso. La sua discussione  e successiva adozione in consiglio comunale era ormai imminente. Si poneva, e si pone ancora, alcuni obiettivi molto chiari: favorire la riqualificazione delle costruzioni esistenti evitando il consumo di nuovo territorio per edificare; difendere la vocazione commerciale di alcune strade del centro storico; incentivare l’uso di tecnologie edili mirate alla riduzione dei consumi energetici.

Tre giorni dopo, tutto era destinato a cambiare: il terremoto del 20 maggio avrebbe rimescolato le priorità del nostro territorio, obbligando a un rapido aggiornamento anche il regolamento urbanistico edilizio. Ora, non solo l’adozione di tecnologie per il risparmio energetico, ma anche l’adozione di tecnologie antisismiche per gli edifici è incentivata dal RUE del comune di Ferrara, e permetterà di ottenere aumenti della superficie degli edifici.

Si tratta di misure che intendono accogliere le nuove priorità del territorio comunale di Ferrara, e che potranno essere ulteriormente precisate nei prossimi mesi. Lo ha spiegato, in consiglio comunale, l’assessore all’urbanistica Roberta Fusari.

Il regolamento urbanistico edilizio del comune di Ferrara è stato infatti approvato dal consiglio comunale. Hanno votato a favore 25 consiglieri di maggioranza, si sono astenuti gli 11 consiglieri di opposizione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=287b35ed-f561-4133-bf66-e222bffa6cf6&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *