Saldi, andamento stabile: l'”effetto caldo” si abbatte sulle vendite

saldi003I risultati delle prime settimane di saldi estivi, partiti lo scorso 4 luglio, raccolti attraverso l’indagine congiunturale condotta da Confcommercio Emilia Romagna attraverso il Centro Studi Iscom Group, evidenziano un quadro di stabilità, seppure in un quadro ancora generalizzato di debolezza dei consumi.

L’indagine ha evidenziato che per il 52% degli operatori le vendite sono stabili rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un contributo alle vendite arriva anche dalle presenze turistiche: in particolare sulla nostra costa dove dopo queste prime due settimane di saldi il quadro generale conferma una tendenza all’insegna della stabilità.

“A due settimane dall’ avvio delle vendite di fine stagione  – dichiara il presidente provinciale di Ascom Confcommercio Ferrara Giulio Felloni – i colleghi tracciano un quadro generale di stabilità, anche se il caldo straordinario di questi giorni ha certamente rallentato l’afflusso specie nelle ore pomeridiane”. Gli acquirenti confermano in pieno anche a Ferrara che ogni scelta viene assolutamente ponderata e programmata investendo sullo stretto necessario (58%), con una valutazione del prezzo particolarmente attenta (34%)

La calura ha favorito la vendita di capi tipicamente estivi: dalle t-shirt ai costumi e ai bermuda nell’ abbigliamento, ai sandali nelle calzature. Tra i prodotti di fascia medio-alta, ricercate le griffe per bambini, dove gli sconti permettono acquisti particolarmente convenienti a prezzi interessanti.

Nella nostra regione i valori della spesa pro-capite si attestano in media ai 72 euro. Il contenimento nei valori della spesa pro-capite è confermato anche dall’ analisi sulle fasce di spesa media, che vedono un incremento nel 2015, rispetto allo scorso anno, sia della fascia di spesa fino ai 50 euro (+11%), sia della fascia tra i 51 e i 100 euro (+ 2%).

“La rete commerciale a Ferrara così come in provincia dei punti vendita tradizionali – aggiunge il presidente Felloni – offre occasioni per acquisti eccellenti nel rapporto qualità/prezzo, con il vantaggio di un servizio accurato ed attento alle esigenze della clientela. E’ certo che si potrà un reale consolidamento di queste indicazioni sui consumi se si affermerà nei fatti l’abbassamento delle tasse, senza che intervenga l’innalzamento dell’IVA. Come dice il nostro presidente nazionale Sangalli è necessaria un azione di spending review sui conti pubblici ancora più incisiva e coraggiosa. Aggiungo a tutti i livelli.”

I saldi proseguiranno fino al prossimo 1° settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *