Salone Restauro 2014: “Ferrara Aperta” si conferma crocevia di cultura – VIDEO

salone_restauro_1E’ stato il sottosegretario alla cultura Roberta Barracciu a inaugurare questa mattina, al quartiere fieristico ferrarese, la quattro giorni del Salone del Restauro.

“Siamo, ha dichiarato il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, nel cuore dell’innovazione in tutti i settori del recupero architettonico e artistico”, “Un luogo, ha sottolineato Carlo Amadori, gran patron della manifestazione, dove la creatività e la cultura si fanno davvero economia del Paese!” In apertura Nicola Zanardi, presidente di Ferrara Fiere, ha ricordato il prof. Ezio Raimondi, colonna portante per molti anni dell’Istituto Beni culturali della Regione Emilia Romagna, di recente scomparso.

Un parterre di autorevoli rappresentanti delle Istituzioni culturali e del mondo fieristico regionale questa mattina a Ferrara Fiere per l’inaugurazione.della XXI edizione del Salone del Restauro. Il ministero dei Beni cUlturali e Turismo era rappresentato dal sottosegretario alla cultura Roberta Barracciu. Nicola Zanardi, presidente dell’Ente Fieristico ferrarese, rivolgendo un saluto e un augurio al ministro Dario Franceschini, ancora convalescente, ha ricordato che proprio Franceschini era assessore alla cultura del Comune, quando Ferrara ospitò per la prima volta il Salone.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/salone_restauro.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/02-restauro_20140326181220.mp4[/flv]

Il Salone di quest’anno sarà una quattro giorni all’insegna del restauro architettonico/beni culturali: nell’ambito delle sfide poste dalla ricostruzione successiva al sisma in Emilia, con grande partecipazione della Regione Emilia-Romagna attraverso il progetto Re-Building e il coinvolgimento degli ordini degli Architetti, Geometri e Ingegneri che troveranno nel Salone un riferimento per la formazione e l’aggiornamento professionale e per i quali, novità assoluta a Restauro, la frequenza ai numerosi seminari produrrà crediti formativi. In campo internazionale, di grande richiamo i focus su India, Brasile, Turchia e Polonia, ed i progetti di restauro tra antico e contemporaneo portati a Ferrara da storiche istituzioni come l’ Opificio delle Pietre Dure di Firenze, il Museo Ermitage si San Pietroburgo e il MiBACT. Per un totale di 16.000 m2 di area occupata, 220 espositori, 150 convegni ed incontri tecnici e 8 mostre-eventi.

Per l’appuntamento, che vede da sempre la collaborazione e il prezioso apporto dell’Università di Ferrara, Facoltà di Architettura, del MiBACT e della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna, erano presenti Vasco Errani, Presidente della Regione Emilia-Romagna, Marcella Zappaterra, Presidente della Provincia di Ferrara, Alfredo Peri, Assessore Programmazione territoriale, urbanistica, reti di infrastrutture materiali e immateriali, mobilità, logistica e trasporti della Regione Emilia-Romagna, Tiziano Tagliani, Sindaco di Ferrara, Carla Di Francesco, Direttore Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna, e Pasquale Nappi, Rettore dell’Università di Ferrara. Il presidente del sistema fieristico regionale, Duccio Campagnoli, Anna Maria Buzzi, Direttore Generale per la Valoriz­zazione del Patrimonio Culturale, Emilia Romagna. Storicamente affiancato come partner scientifico dal TekneHub, centro interdipartimentale del Tecnopolo, Rete Alta Tecnologia dell’Università di Ferrara, di cui sempre oggi è stata inaugurata la nuova sede. Fra i convegni della giornata odierna nello Spazio Salotto dei Libri .pad. 3. Un nuovo Rubens ritrovato: il ritratto dell’Arciduca Alberto VII. Analisi tecnico-diagnostiche e presentazione del volume “Ritratto di un Rubens italiano” , quindi il pomeriggio con il CCR “La Venaria Reale”e il mosaico monumentale di Corrado Cagli della fontana di piazza Tacito a Terni: diagnostica e programmazione coordinata del progetto di restauro e valorizzazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *