Salto in avanti per il polo odontoiatrico: entra in servizio l’igienista dentale Giulia Montemezzo

Nuovi investimenti per il Polo Odontoiatrico in corso di ampliamento alla Cittadella San Rocco. Dal 1° settembre, infatti, prenderà servizio la dottoressa Giulia Montemezzo, igienista dentale che, oltre a essere la prima igienista dentale assunta come dipendente dal Sistema Sanitario Regionale della Regione Emilia-Romagna, rappresenterà il fulcro di un progetto di prevenzione e integrazione per l’educazione sanitaria dentale 2.0.

La dott.ssa Montemezzo – che ha un profilo formativo di altissimo livello a partire dalla laurea in Igiene Dentale conseguita nel 2008 all’Università di Ferrara e dalla magistrale in Scienze della Professioni sanitarie tecniche assistenziali conseguita nel 2018 a La Sapienza di Roma – si occuperà dei progetti di prevenzione delle principali malattie odontostomatologiche e del coordinamento, in veste di Direttrice delle attività formative, del corso di studio in Igiene Dentale di Unife.

“La decisione della direzione dell’Azienda USL di Ferrara di investire in modo strutturale nella figura dell’igienista dentale, aprendo di fatto a nuove e diverse competenze da porre al servizio del SSR, mi riempie di orgoglio per la mia professione e di fiducia nei confronti dell’assistenza sanitaria pubblica” dichiara la dott.ssa Montemezzo, che parla di un “passo importante dell’Azienda per implementare le strategie di prevenzione primaria odontostomatologica sul territorio, puntando sulla promozione di stili di vita sani e buone pratiche di autocura, riducendo gli interventi odontoiatrici in urgenza e realizzando percorsi dedicati alle fasce più vulnerabili della popolazione”.

La prevenzione, insomma, batte prima che il dente duole. Anche considerando che le malattie orali sono un grave problema di salute pubblica: la carie resta la patologia cronica più comune nell’infanzia (60% dei bambini entro i 5 anni) e in Italia negli ultimi anni non si è registrata alcuna diminuzione della sua prevalenza tra i bambini, nonostante gli obiettivi dell’agenda OMS per il 2020. Ancora la parodontite rappresenta la sesta più comune patologia al mondo, e se non trattata porta alla perdita degli elementi dentari con conseguente riduzione della qualità della vita e aumentati costi sanitari

La ricerca scientifica ha messo in luce le relazioni tra scarsa igiene orale e numerose patologie sistemiche responsabili di elevati tassi di morbosità e mortalità nel mondo occidentale: diabete mellito di tipo 2, patologie cardiovascolari, Sindrome di Alzheimer, esiti gravidici avversi, artrite reumatoide sono alcune di queste. Alla base dei meccanismi eziopatogenetici responsabili dell’insorgenza e della progressione di queste patologie infatti si trovano spesso infezioni orali sostenute da microorganismi capaci di scatenare importanti risposte infiammatorie sistemiche. Le restrizioni dovute alla pandemia Covid hanno inoltre rischiato di limitare gli accessi alle cure odontoiatriche, con effetti potenzialmente esplosivi.

In questo contesto gli obiettivi sono chiari: elaborare percorsi preventivi e assistenziali integrati che mettano in rete tutti gli specialisti interessati (diabetologi, cardiologi, geriatri, ginecologi, reumatologi ecc.) per una gestione multidisciplinare; rafforzare il legame tra AUSL e il territorio nell’ambito del percorso di valorizzazione delle Case della salute, promuovendo campagne di promozione ed educazione sanitaria; diffondere una cultura della salute orale.

Si intende inoltre cogliere le sfide della telemedicina e del teleconsulto per fare del Polo Odontoiatrico un punto di riferimento per il counselling e il monitoraggio continuo dei pazienti anche a distanza; oltre a migliorare la qualità dell’assistenza e la pratica clinica grazie al contributo della ricerca e dei corsi di studio in Odontoiatria e Igiene dentale di Unife, garantendo agli studenti un percorso formativo d’eccellenza.

“Questo incarico rappresenta motivo di orgoglio per l’Azienda e un valore aggiunto per la nostra comunità” conferma il prof. Leonardo Trombelli, direttore della Unità Operativa Complessa di Odontoiatria Provinciale che, insieme alla dott.ssa Montemezzo e alla specialista ambulatoriale dott.ssa Anna Simonelli, lavorerà su questi diversi importanti filoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.