Salvatore Lentini: “Emozioni uniche quando entro in palestra”

L’ala sinistra di Ferrara United ringrazia la sorella per avergli fatto conoscere l’handball

“La pallamano è la mia vita: ogni volta che entro in palestra provo delle emozioni uniche”. Salvatore Lentini – classe 2005 – nasce a Biancavilla (in provincia di Catania) e da 12 anni vive a Ferrara. “Ringrazio mia sorella perchè, senza di lei, non avrei mai scoperto questo meraviglioso sport. La passione, per me, è sbocciata in prima media proprio guardando le sue partite”. Questo talentuoso giocatore, in casa Ferrara United, è cresciuto parecchio. “Il mio ruolo è ala sinistra”, le sue parole, “ma riesco ad adattarmi egregiamente anche in altri ruoli. Ho iniziato a giocare in una categoria più alta rispetto alla mia; mi sono sempre trovato bene in questa società…..il mio impegno non è mai venuto meno, ho sempre dato il 100% ed impegnandomi sono riuscito – lo scorso anno – ad affrontare 2 campionati: l’Under 15 e l’Under 17”. In questa stagione l’Under 17, ma non solo: sono arrivate anche diverse convocazioni in prima squadra. “Inizialmente avevo molta ansia per questa mia nuova esperienza…..ma poi – giorno dopo giorno – mi sono ambientato alla grande, grazie anche ai miei compagni”. Capitolo Under 17 in questo campionato. “Puntiamo sempre a migliorare, sia per quanto riguarda i singoli e, di conseguenza, a livello di squadra. Diamo sempre il massimo ed i risultati non tarderanno ad arrivare”. Pallamanista serio – Salvatore Lentini – che in campo non si arrende mai, sempre rispettoso nei confronti di tutti. Nelle sue giornate, sempre intense, studio (frequenta il Liceo Carducci ad indirizzo sportivo) e pallamano. Inevitabile un pensiero per il Ferrara United. “È una realtà meravigliosa, sempre attenta ai giovani. A questa società sono molto legato”. Non mancano però i progetti futuri. “Mio zio vive a Dortmund: un domani mi piacerebbe andare a giocare in Germania. Più in generale, voglio continuare la mia crescita….sportiva e di vita, poi si vedrà”. La conclusione. “Non bisogna mai mollare ed è indispensabile mettercela tutta, sempre”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *