San Carlo e Sant’Agostino ripartono dai bambini

Due giorni importanti attendono nel week end la comunità di San Carlo e di Sant’Agostino: domani, venerdì 12 ottobre, il Gruppo AliSpa, supermercati  di quartiere e superstore, consegneranno al Comune di Sant’Agostino la somma raccolta per la costruzione della scuola media, mentre sabato inizieranno a S. Carlo. i lavori di costruzione dell’edificio della nuova scuola elementare,  di cui si sono appena completate le fondazioni.

A Sant’Agostino, Comune in provincia di Ferrara fra i più danneggiati dal sisma del 20 maggio, i segni del terremoto sono visibili, ci passi davanti percorrendo la strada che va da Ferrara  a Cento, la strada che taglia l’Alto Ferrarese e che da maggio è diventata la strada del terremoto. La strada passa davanti alla chiesa sostenuta da  transenne d’acciaio, davanti al campanile fasciato da una gabbia di legno e acciaio, di fronte ci sono le macerie coperte da un telo bianco del municipio abbattuto. Impossibile dimenticare ciò che è accaduto, impossibile dimenticare le vittime. A loro sarà intitolata la nuova scuola media costruita grazie alla solidarietà di tanti italiani che hanno risposto all’appello di media friend tg5 qn nazionale. La  rinascita di Sant’Agostino parte da qui, dice il sindaco del paese, Fabrizio Toselli,  giovane sindaco  alla sua prima esperienza di governo di una comunità, ricca, benestante, agricola e industriale, che all’alba del 20 maggio si è trasformata in una comunità ferita e dolente.” Ho pianto un giorno, dice Toselli, poi ho capto che a me toccava dare esempio e coraggio. Prima l’emergenza, a fianco della protezione civile, l’ascolto ai concittadini, la necessità di rappresentarne le esigenze davanti al presidente del Consiglio Mario Monti, poi della Repubblica, Giorgio Napolitano. l’improvvisa chiamata a responsabilità pesanti della ricostruzione, che oggi sta per mettere a segno i primi risultati. Il 22 settembre la posa della prima pietra della nuova scuola media modernissima, antisismica, che sarà inaugurata il 15 dicembre prossimo. da questa data, dice Toselli le scuole medie torneranno completamente alla normalità. Ma in questi giorni c’è un’altra scuola di cui si stanno completando le fondazioni. Sabato l’appuntamento della comunità di San Carlo, per dare il via alla costruzione dell’edificio, anche questo realizzato grazie alla solidarietà, in questo caso della Fondazione la Stampa di Torino. E’ la scuola elementare di San Carlo, la frazione entrata nel mirino dei geologi  per il fenomeno della liquefazione. Oggi sappiamo quasi tutto dice Toselli, ma all’inizio il fenomeno ci ha sconvolto. Chi ha donato ha trovato in questa amministrazione le garanzie per una rapida realizzazione delle opere. I bambini delle elementari di San Carlo, che dal 17 settembre vanno regolarmente a scuola, parte in moduli, parte trasportati con un pulmino a Sant’Agostino  rientreranno nella loro nuova scuola ai primi di gennaio 2013. Una sfida che abbiamo affrontato tutti insieme, grazie alla generosità di tanti amici.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=01624617-02eb-4121-a521-17227b3ca417&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *