San Carlo, via la zona rossa

A san Carlo la zona rossa non c’è più. Rimane il problema delle decine di sfollati e delle case inagibili. C’è anche chi a paura a tornare in casa dopo più di un mese.

Oltre ai danni, a san Carlo bisogna combattere anche con la paura della gente di nuovi forti scosse di terremoto. Da due giorni il comune di sant’Agostino ha notificato l’annullamento della zona rossa, che occupava gran parte del centro di san Carlo.

Chi ha la casa agibile può rientrare, ma c’è anche chi, a causa della paura del sisma, non vuole ritornare a casa. In una delle vie di san Carlo attraversate dalla frattura invece, dopo più di un mese passato nel campo tenda, una famiglia sta rientrando a casa, cercando così di tornare alla normalità.

Tra gli edifici inagibili di san Carlo c’è anche la tabaccheria che si è trasferita in un container installato a ridosso della Statale, per poter lavorare. I proprietari della tabaccheria però sono sfollati e ora abitano in una roulotte.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=0a57aa88-8349-4ee2-92ce-ad8c54b82528&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *