San Giorgio fuori le mura: il mondo in divisa raccolto in vista della Pasqua

Il Precetto Pasquale dei Militari e delle Forze di Polizia del Presidio di Ferrara è stato celebrato il 6 aprile 2022 nella splendida Basilica di San Giorgio fuori le mura, a Ferrara.

Un appuntamento tradizionale e sentito di avvicinamento alla Pasqua per la variegata comunità estense “in divisa”, al quale hanno partecipato le più alte Autorità civili e militari cittadine, tra cui il Prefetto di Ferrara Rinaldo Argentieri, la Vice Presidente della Provincia Laura Perelli, il Procuratore della Repubblica Andrea Garau, il Presidente del Consiglio Comunale di Ferrara Lorenzo Poltronieri ed il Sindaco di Poggio Renatico Daniele Garuti.

La funzione religiosa è stata officiata da S.E. Gian Carlo Perego, Arcivescovo di Ferrara-Comacchio il quale, durante la sua omelia, indirizzandosi a tutto il personale in divisa, ha richiamato le coscienze al valore della Pace, così drammaticamente sotto attacco in queste settimane. “A Pasqua ritorna per tutti il messaggio cristiano della Pace”, ha detto S.E. Gian Carlo Perego. In riferimento alla guerra in Ucraina l’alto prelato ha aggiunto quanto sia importante, nonostante il presente sembri parlare d’altro, riconoscersi ancora costruttori di pace: “Facciamo partire un processo virtuoso. La strada ultima e unica è quella della pace”.

Nella sua semplicità, il Precetto Pasquale è una delle occasioni dell’anno in cui più forte emerge il legame tra le diverse realtà (Forze Armate, Corpi armati e non dello Stato) presenti a Ferrara che, seppur distinte per storia, funzioni e prerogative, sono accomunate dal costante e assoluto servizio a favore della collettività.

In veste di più alta Autorità Militare locale, il Generale di Divisione Aerea Claudio Gabellini, Comandante del Comando Operazioni Aerospaziali (COA) dell’Aeronautica Militare, ha preso la parola a conclusione dell’evento, poco dopo uno dei momenti più significativi dell’intera celebrazione: la Preghiera per la Patria.

Il Generale Gabellini ha rimarcato, in particolare, come “la Pace sia un bene sì da costruire e da alimentare con entusiasmo quotidiano, ma anche e soprattutto un tesoro da difendere e proteggere ad ogni costo, per dare un senso compiuto agli immani sacrifici fatti dalle generazioni passate per consegnarci il bene più prezioso, ossia la libertà e la democrazia in cui viviamo”.

Al Precetto Pasquale hanno partecipato i Comandanti ed aliquote di personale dei Comandi territoriali di Carabinieri, Ufficio Circondariale Marittimo, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco, Corpo delle Infermiere Volontarie, Polizia Provinciale, Polizia Locale, oltre che una nutrita e significativa rappresentanza delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma della Città e della Provincia di Ferrara, chiaro segno di. vicinanza e di trasmissione, nel tempo e tra generazioni, della ricorrenza del Precetto Pasquale quale profondo e partecipato momento di riflessione.

(Comunicato stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.