Santa Messa in onore di San Matteo, Patrono della Guardia di Finanza

E’ stata celebrata alla Chiesa del Gesù di via Borgoleoni a Ferrara, la Santa Messa per la ricorrenza di San Matteo, Patrono della Guardia di Finanza. La funzione religiosa, eè stata officiata da S.E. Monsignor Gian Carlo Perego, Arcivescovo di Ferrara-Comacchio e Abate di Pomposa nella Chiesa Parrocchiale del Gesù, di nuovo in presenza e nel pieno rispetto del protocollo di sicurezza.

All’evento erano presenti tutti gli Ufficiali, una rappresentanza degli appartenenti alle Fiamme Gialle della provincia di Ferrara, le maggiori Autorità civili e militari della Provincia, oltre ad alcuni componenti dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia (A.N.F.I.).

Al termine della cerimonia il Comandante Provinciale, Colonnello Cosimo d’Elia, ha ringraziato l’Arcivescovo e sottolineato come l’evento rappresenti per tutti gli appartenenti al Corpo un’occasione per riflettere sul valore e sul senso di un servizio, sempre più necessario alla vita del Paese.

In occasione della festa liturgica del “Discepolo di Cafàrnao, pubblicano convertitosi senza esitazioni alla chiamata di Cristo, anche il messaggio di gratitudine del Sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli.

Nell’omelia, l’arcivescovo della Diocesi di Ferrara Comacchio citando l’enciclica di papa Francesco “Fratelli tutti” ha ricordato come la pandemia abbia messo in evidenza la fragilità dei sistemi mondiali, evidenziando come non tutto si possa risolvere con i mercati.

La figura di San Matteo e la sua conversione, ha detto Mons. Perego, esorta a mettete al centro la dignità umana, spesso sacrificata agli interessi del potere economico – finanziario.

La Guardia di Finanza è chiamata anche a questo: a fare in modo che anche nell’epoca della globalizzazione, misericordia verità e giustizia si facciano strada contro il prevalere dell’interesse economico nelle relazioni umane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *