Scale a Ferrara

13 scale a ferrara

Nasce dalle fotografie in bianco e nero trovate in un cassetto di casa, dove erano state dimenticate, il libro fotografico, Scale a Ferrara, di cui Erika Scarpante, curatrice editoriale dell’opera ci parla in questa intervista.

Il libro , corredato da alcune bellissime poesie di Rita Montanari, porta a conoscenza del pubblico ferrarese alcuni interni di edifici storici, pubblici e privati, fissati dagli scatti in bianco e nero di Oreste Biancolli. Un progetto fotografico originale e inedito ideato negli anni ’50, da Alberto Cerini, figura dimenticata di un ferrarese amante della sua città, intellettuale per hobby, alla cui memoria il libro è dedicato.

Un libro raffinato, un sofisticato gadget natalizio che ci restituisce la figura di un ferrarese d.o.c. di cui traccia un veloce ritratto nel suo esordio sul blog di Telestense, Alessandra Chiappini, cui si deve anche l’introduzione al libro fotografico.

%CODE%

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *