Cronavirus, scuole: a Ferrara avviati i lavori per la didattica in aula

Sono partiti i lavori in 15 plessi scolastici del Comune di Ferrara, che renderanno possibile la ripresa della didattica in presenza con l’inizio del nuovo anno scolastico, nel rispetto del distanziamento. In base alle regole di mantenimento delle distanze definite dal Ministero dell’Istruzione, è stato effettuato un percorso condiviso con i Dirigenti degli Istituti Comprensivi e con l’Istituzione Scolastica, per stabilire le capienze delle aule e individuare i casi dove fossero necessari interventi per adeguare tale capienza.

 

Gli edifici scolastici che sono oggetto di intervento sono risultati quindici:

scuola primaria Giorgio Bombonati,

scuola primaria Carmine della Sala (Pontelagoscuro),

scuola primaria Giacomo Leopardi,

scuola primaria Alessandro Manzoni,

scuola primaria Giacomo Matteotti,

scuola primaria Ercole Mosti,

scuola primaria Mario Poledrelli,

scuola primaria Biagio Rossetti,

scuola primaria San Martino,

scuola primaria Pontegradella,

scuola primaria Giovanni Pascoli

scuola secondaria I grado Teodoro Bonati (via Poletti),

scuola secondaria Dante Alighieri,

scuola secondaria Matteo Maria Boiardo,

scuola secondaria Cona,

scuola secondaria di Torquato Tasso

 

Per gestire questi appalti, in tempi così stretti, i lavori sono stati affidati a sei diverse ditte, che si occupano di interventi edili e impiantistici necessari alla funzionalità degli ambienti scolastici in sicurezza. Le consegne dei lavori sono in corso in questi giorni e il termine è fissato in tempo utile per poter eseguire le pulizie e i traslochi degli arredi.

Il costo dei 6 appalti ammonta a complessivi 412.297 euro (di cui 376.697 euro finanziati con fondi del Ministero dell’Istruzione e 35.600 euro con fondi del Comune). L’importo riguarda lavori, spese tecniche e Iva.

I lavori consistono principalmente in lavori di edilizia leggera e impiantistica elettrica, solo in alcuni casi sono previsti interventi di unione di aule e allargamenti di aule verso corridoi per soddisfare le esigenze di rispetto degli spazi di distanziamento. In qualche aula si rendono necessari anche gli spostamenti delle LIM (lavagne interattive multimediali).

Il Servizio Edilizia comunale sta coordinando anche altre attività funzionali alla ripresa scolastica, tra le quali la segnaletica di indirizzamento per gli ingressi e le uscite dalle scuole e la predisposizione di ordinanze per il traffico in prossimità delle scuole.

Ad annunciare l’avvio dei lavori messi in campo dall’Amministrazione comunale di Ferrara è l’assessore alla Pubblica istruzione Dorota Kusiak, che sottolinea: “Il Comune con questi interventi fa la parte di sua competenza, che riguarda l’adeguamento degli edifici scolastici. È chiaro che l’inizio delle scuole necessita poi di tutta una serie di altre attività che competono l’Ufficio scolastico e il Ministero di riferimento e che includono il potenziamento degli organici per fronteggiare il nuovo tipo di organizzazione. Auspichiamo quindi che le scuole possano avere al più presto risposte ufficiali, che confermino le richieste fatte per organizzare le attività dell’anno scolastico al via in settembre”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *