“Sentenza a pagamento”: la protesta degli avvocati Oua

avvocati

Da domani fino a giovedì astensione dalle udienze degli avvocati aderenti all’Organismo unitario dell’avvocatura per protestare contro alcune decisioni del Governo come la norma che introduce il costo per conoscere le motivazioni di una sentenza.

Protestano contro la decisione di aumentare i costi del processo ma protestano soprattutto perché gli ultimi provvedimenti del Governo non faranno altro che porre dei limiti alla libertà di esercitare la professione a tutela del diritto del cittadino.

Sono le motivazioni alla base dell’astensione dalle udienze che si terrà nei prossimi tre giorni da parte degli avvocati che aderiscono alla sigla Oua, l’organismo unitario forense che ha organizzato a livello nazionale uno sciopero. Da domani dunque, anche in città, ci potrebbero essere dunque dei disagi e alcune udienze potrebbero essere rinviate.

L’Oua in particolar modo con questa protesta vuole contrastare la decisione del Governo di imporre un costo per conoscere le motivazioni di una sentenza. Un costo che di fatto discrimina i cittadini – sostiene l’organizzazione – perché di fatto penalizza chi ha meno risorse e dunque non sarà in grado di ricorrere ai tre gradi di giudizio. La protesta dell’Oua avrà il suo momento culmine giovedì 20 con la manifestazione che si terrà alla mattina davanti a Montecitorio, mentre alle 13 partirà un corteo da Piazza della Repubblica fino a Piazza Santi Apostoli.

“Ci asteniamo per manifestare la nostra contrarietà agli ostacoli che si vogliono creare alla tutela dei cittadini – spiega il rappresentate provinciale dell’Oua, Francesco Andriulli, che aggiunge: – spero che anche i colleghi siano in molti a partecipare a questa astensione affinché la nostra professione possa continuare ad essere esercitata con libertà di funzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *