Serata a scopo benefico: musicisti ferraresi insieme sul palco per un ‘Tributo ad Alfio Finetti’

FINETTIÈ diventato noto all’inizio degli anni ’70, ha scritto circa duecento canzoni in dialetto ferrarese, pubblicato venti album. E poi la sua passione per la Spal, per la quale ha scritto un brano che ne è divenuto inno ufficiale.

Sarà un vero e proprio ‘Tributo ad Alfio Finetti’ e alla sua vasta produzione da parte di tanti musicisti legati al panorama locale e non solo, oltre che una vera occasione per i suoi fan, la manifestazione dal titolo “La vita le sbùsa” in programma giovedì 30 marzo alle 21 al teatro San Benedetto (via don Tazzoli 11).

Il ricco carnet di nomi coinvolti per l’occasione da Sergio Rossoni dell’Accademia musicale Don Gregorio per festeggiare l’artista (ormai 84enne) comprende Rita Finetti e I new dal nient, Andrea Poltronieri, Gimi ad Frara, Zobiul e i selvaggi, Piano B, I milurdin ad Franculin, Moreno Biavati/Laura Caniati, Stefano Duo/ Sergio Finessi, Mauruizio Musacchi, Barbagianni, Alice Stefanelli, Guglielmo Fioravanti ‘Fler’.

Ospite della serata, che si avvale del patrocinio dell’Amministrazione comunale (oltre che della Lilt e de La nuova Ferrara), sarà anche il presidente della Spal Walter Mattioli.L’ingresso è ad offerta libera. Il ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di strumenti musicali da mettere a disposizione dei giovani allievi dei corsi promossi dall’Accademia Don Gregorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *