“Servizi ospedalieri”: ancora preoccupazioni per lavoratori

servizi ospedalieri

Brutte notizie proprio l’ultimo giorno del 2013 alla “Servizi ospedalieri” a Porto Garibaldi. Il 31 dicembre, dopo le rassicurazioni della dirigenza nell’incontro in regione, l’azienda ha chiuso alcune attività produttive fino a nuovo ordine.

Sembrava essersi rasserenato il clima all’interno dello stabilimento “Servizi ospedalieri” di Porto Garibaldi dopo le rassicurazioni emerse dal tavolo in Regione del 23 dicembre. Allora infatti la dirigenza bloccò la decisione di chiudere l’attività nel 2014.

All’alba del nuovo anno però, il 31 dicembre, è uscito un ordine di servizio in azienda col quale è stato comunicato il blocco delle attività in alcuni reparti. Dal 2 gennaio infatti sono tornati in funzione i reparti di sartoria, manutenzione e magazzino mentre gli altri sono rimasti fermi.

Chi è rimasto a casa, precisa la comunicazione dell’azienda, verrà comunque retribuito fino a quando un accordo sindacale non farà luce definitivamente sul loro futuro nell’azienda.

Ma questo non è bastato ai lavoratori che il 31 dicembre si sono trovati spiazzati. Subito i sindacati si sono mobilitati. Nel frattempo, i dipendenti che non lavoravano, disorientati da questa decisione, giovedì hanno organizzato un piccolo presidio e un’assemblea.

Le sigle sindacali, sostiene Mauro Cavazzini di Cgil, hanno subito inviato una lettera di sollecito alle istituzioni per convocare un tavolo in Regione. Poche ore dopo, è arrivata la convocazione da parte dell’assessore alle attività produttive, Muzzarelli: un nuovo incontro insomma in cui si ragionerà sul piano industriale e sulla riorganizzazione interna del lavoro.

“Il 9 gennaio alle ore 12”, continua Cavazzini, “faremo di tutto per evitare la chiusura totale dello stabilimento e si cercherà congiuntamente di mantenere l’operatività alla Servizi ospedalieri”.

Un pensiero su ““Servizi ospedalieri”: ancora preoccupazioni per lavoratori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *