Cgil attiva lo sportello per il lavoro: “Rappresentiamo chi non ha un impiego” – VIDEO

Uno sportello dedicato a chi non ha lavoro, persone che così saranno anche rappresentate dal sindacato.

E’ questa una delle prime novità in ambito lavorativo del 2019 presentata questa mattina dalla Cgil.


Cgil vuole rappresentare anche chi non ha il lavoro. E’ questo uno dei punti fondamentali da cui parte il nuovo progetto del sindacato.

Da lunedì, nella sede di piazza Verdi a Ferrara, prenderà il via il SOL, il Servizio Orienta Lavoro, il nuovo sportello sindacale di accoglienza individuale destinato alle persone espulse dal mercato del lavoro. Uno sportello per chi lavora saltuariamente, per chi è stato licenziato o si è dimesso ma anche per i lavoratori autonomi.

Cgil, che da un anno lavora a questo progetto già attivo in altre città italiane, vorrà venire incontro anche ai disoccupati cronici, agli irregolari, ai tirocinanti, ai migranti ma anche ai laureati che non si sono mai stati inseriti nelle aree professionali degli studi compiuti.

Il progetto del SOL è ambizioso, e vuole lasciare qualcosa di concreto a chi si rivolge a sportello. Alla fine del percorso, le persone avranno un check up professionale e strumenti per presentarsi ai datori da lavoro, inoltre dovrebbero imparare a leggere il contratto si lavoro e soprattutto saranno accompagnati tra le varie agenzie di lavoro e tra i centri per l’impiego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *