Settantasettesimo anniversario della Festa di Liberazione a Codigoro

Dopo due anni dall’inizio della pandemia, lunedì 25 aprile tornerà, in Piazza Giacomo Matteotti, a Codigoro, la tradizionale celebrazione della Festa di Liberazione con un programma ricco di momenti commemorativi.

Alle ore 8,30 si riunirà il corteo formato dalle autorità civili e militari e dalle associazioni combattentistiche e d’arma.

Alle ore 8,45 il corteo partirà per la deposizione di corone di alloro ai monumenti ai caduti, distribuiti sul territorio comunale (Via Roma a Codigoro-Monumento ai Marinai; Via Caduti di Cefalonia a Codigoro – Targa commemorativa; Cimitero di Codigoro – Edicola Funeraria ai caduti; Parco Bellotti a Codigoro – Cippo commemorativo all’agente della Polizia di Stato Sandro Bellotti; Parco Daloiso a Codigoro – cippo commemorativo al Maresciallo Savino Daloiso; Volano – Lapide alla Memoria dei caduti di guerra; Parrocchia di Santa Maria Assunta in Cielo a Pomposa – Lapide alla Memoria dei Caduti di Guerra; Parrocchia della Beata Vergine Addolorata di Pontemaodino – Lapide alla memoria dei Caduti in guerra; Mezzogoro – piazza Vittorio Veneto e Cimitero – Monumento ai caduti in guerra; Torbiera – Monumento ai caduti in guerra e Lapide alla memoria).

Alle ore 11,15 è previsto il raduno Piazza Matteotti. Saranno presenti le istituzioni scolastiche, le organizzazioni sindacali e le associazioni di volontariato. Dopo l’alzabandiera e l’esecuzione dell’Inno di Mameli, il Sindaco Sabina Alice Zanardi darà lettura del messaggio del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, mentre alle 11,30 don Marco Polmonari celebrerà la messa di suffragio nella Chiesa di San Martino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.