A sette anni dal sisma, riapre la chiesa di Corporeno

La chiesa di San Giorgio di Corporeno è uno dei numerosi luoghi di culto pesantemente danneggiati dal sisma del maggio 2012. Grazie ad un finanziamento di oltre 700.000 euro dalla Regione, la chiesa è stata restaurata e nel pomeriggio di domenica 16 giugno si è tenuta la prima Santa Messa solenne, presieduta dall’Arcivescono di Bologna Monsignor Matteo Maria Zuppi, alla presenza del commissario alla Ricostruzione e presidente della Regione Stefano Bonaccini e del sindaco di Cento Fabrizio Toselli.

L’intervento nel fabbricato, tutelato dai Beni culturali, e che vi mostriamo grazie alle immagini scattate da Riccardo Frignani, ha riguardato lavori strutturali per riparare i danni nelle murature, nelle volte, nel coperto e nel campanile con l’inserimento di catene metalliche, la cerchiatura delle aperture e il raddoppio del tavolato di copertura.

La chiesa di San Giorgio di Corporeno si trova all’interno del centro abitato, arretrata rispetto alla strada statale. Fa parte di un complesso che comprende la chiesa, la canonica (dove sono previsti lavori di ristrutturazione) e il campanile. L’esterno è in muratura intonacata con facciata a salienti. L’interno è ad aula voltata a botte, con presbiterio e abside semicircolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *