SGM: l’importante era vincere

handball estense maschile

A fatica ma è arrivata la vittoria

Torna alla vittoria la SGM che espugna il campo dei toscani del Farmigea e si aggiudica matematicamente la quinta posizione, che vale come miglior posto nella griglia playout. La SGM approdava a questo incontro in crisi di risultato e di gioco e si doveva confrontare con una formazione assetata di punti e sicuramente in credito con la buona sorte per una stagione maledetta per gli uomini di Cavicchiolo. Ribaudo dal canto suo ritrova Michele Rossi, miracolosamente rimesso in piedi dal fisio Matteo “felpina” Galvani e dallo staff fisioterapico Kinesis, e lo butta subito nella mischia di una partita che si mostra delicata ed incerta. Nel surreale impianto di Pisa, i ferraresi mostrano di non essere ancora nelle migliori condizioni, soprattutto in fase offensiva, dove i palloni sprecati non si contano così come le conclusioni tante, troppe fuori dallo specchio della porta o facile preda del forte portiere avversario. L’agonismo regna sovrano ed il match si fa spigoloso e a farne le spese è il giovane Piletti che prende un cartellino rosso diretto per un colpo proibito a Resca; Farmigea perde il suo uomo migliore ma non accusa il colpo e continua a tenere sotto pressione i biancoazzurri. Si va al riposo con il risultato rinsecchito di 10 a 9 per la formazione ospite, con il chiaro presentimento che sarà durissima fino alla fine. La seconda frazione di gioco non smentisce i tristi presagi e così si prosegue sui binari dell’equilibrio, con le difese che prevalgono nettamente sugli attacchi che continuano a fare cilecca. Ferrara tenta un allungo a metà ripresa, ma i toscani non mollano e si riportano immediatamente sotto ristabilendo la parità a pochi secondi dalla fine. Ribaudo chiama timeout e suggerisce uno schema ai suoi che porta i frutti sperati: nella manciata di secondi che restano, Ferrara si catapulta in attacco e riesce a proporsi al tiro. Farmigea non ha altra soluzione che impedire la conclusione, commettendo un inevitabile fallo da rigore. A tempo scaduto, bomber Succi claudicante per un brutto colpo ad un ginocchio, si alza dalla panchina e si porta sulla linea dei sette metri, insaccando con freddezza il gol che vale la vittoria. Tre punti importanti per il morale che consegnano a coach Ribaudo una SGM ancora agonizzante in fase offensiva, ma solida e caparbia in difesa arroccata davanti ad un buon Michele Rossi. A due turni dalla fine della regular season, per la SGM si prospettano due incontri proibitivi contro le prime della classe Ambra e Teramo; formazioni che richiedono una perentoria inversione di tendenza per la costruzione del gioco offensivo e realizzativo, altrimenti saranno guai.

Farmigea – Estense 17-18 (p.t. 9-10)
Farmigea: Andreini, D’Angelo 5, Ferrari 2, Lorenzini, Mannocci, Mazzi 5, Meoni 2, Munda, Anelli 1, Bufoli, Mancini, Piletti 1, Perfigli 1, Spadavecchia. All: Sergio Cavicchiolo
Estense: Anania 2, Alberino 1, Ansaloni, Marcello Tosi, Nardo 1, Resca 1, Giacomo Sacco 1, Succi 3, Giuseppe Sacco, Matteo Tosi 1, Rossi, Stabellini 5, Hristov A. 1, Hristov V. 2. All: Lucio Ribaudo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *