Sicurezza, in consiglio passa il documento bipartisan

06 paura gad

Una rissa domenica sera, nei giardini del Grattacielo, consumata nel chioschino che dà su Viale Po, e che finisce con due nigeriani arrestati e due agenti della polizia di stato, feriti dopo l’intervento.

La situazione nel quartiere Gad è sempre più difficile. E’ il tema di come versa la Gad sul fronte sicurezza ma anche algtre zone della città è stato al centro di una discussione consiliare avvenuta ieri nel corso della presentazione di un ordine del giorno in cui si chiede al Governo non solo di integrare più personale delle forze dell’ordine ma anche di ottenere ulteriori finanziamenti che permettano di investire su dotazioni e strumenti più adeguati alle azioni di contrasto del crimine.

Il documento, che nel corso della seduta è diventato un ordine del giorno frutto dell’integrazione delle proposte di maggioranza e opposizione, chiede sempre al Governo maggiori finanziamenti da destinare alla riqualificazione e rigenerazione delle periferie. Un ordine del giorno che viene approvato con 28 sì, un astenuto, Matteo Fornasini di Forza Italia e un voto contrario quello di Francesco Rendine di Gol. Sul versante dei provvedimenti resi noti recentemente dalla giunta Tagliani per arginare il problema sicurezza soprattutto nel quartiere Gad intanto montano le polemiche per le nuove disposizioni che limitano la chiusura dei locali.

Le associazioni di categoria infatti parlano di provvedimento inappropriato sopratutto per gli esercizi del centro storico e per questo ieri pomeriggio l’assessore al commercio, Roberto Serra ha incontrato alcuni rappresentanti di categoria e con loro ha discusso per migliorare le nuove norme e cercare di trovare nuovi margini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *