Sicurezza: misure anti terrorismo per l’incendio del Castello. Ci saranno anche barriere anti sfondamento

L'incendio del Castello Estense al Capodanno di Ferrara

Sette barriere antisfondamernto del tipo new jersey da 50 quintali ciascuno, verranno posizionate in viale Cavour e in corso Giovecca, e altre barriere antisfondamento saranno posizionate in Corso Porta Reno. Anche per il Capodanno 2016 a Ferrara – dove sono attese 30mila persone per il tradizionale rogo del Castello Estense a base di fuochi artificiali – scattano le misure anti-terrorismo dopo i tragici attentati di Nizza e Berlino in cui due tir si sono lanciati sulla folla, dei turisti estivi a Nizza, e dei frequentatori dei mercatini di Natale a Berlino.

Nella notte di San Silvestro a Ferrara saranno in servizio di sicurezza oltre 200 uomini tra forze dell’ordine, vigilanza privata e protezione civile; sorveglieranno 10 varchi di accesso all’area: inoltre, nei tre punti che abbiamo detto sono previste barriere antisfondamento a prova di mezzi pesanti. La decisione di attivare le barriere antisfondamento, assunta dal Prefetto di Ferrara, verrà ufficializzata domani, al termine dei tavoli tecnici che si terranno in questura e poi in prefettura.

La posa delle barriere verrà effettuata nel pomeriggio del 31 dicembre, poche ore prima dell’inizio dello spettacolo che prelude al rogo del Castello Estense. E’ questo il motivo per cui ieri l’amministrazione comunale ha diffuso un comunicato in cui si anticipava alle 17.30 (invece che alle 20 00 come era stato deciso in un primo momento) la chiusura alle auto delle strade del centro storico interessate dalla serata pirotecnica

Tutto ciò che riguarda la sicurezza della manifestazione sarà coordinato da una sala operativa nel Castello Estense. L’area dei festeggiamenti verrà transennata e controlli mirati, con l’ausilio di metal detector, impediranno gli accessi con bottiglie o contenitori di metallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *