Sindaci arrabbiati

I Comuni: un motore per l’Italia è il titolo dell’incontro che si è tenuto ierisera a Ferrara alla Festa Provinciale del PD 
al centro del dibattito il futuro dei Comuni in previsione dei nuovi tagli ipotizzati dalla “Spending Review”.

A moderare l’incontro fra i sindaci di Ferrara, Vigarano Mainarda, Ro, Migliaro, Portomaggiore, è stato Sergio Guglielmini – Capogruppo PD in Consiglio Provinciale.

Non sono stati affatto teneri nei confronti del governo, e in qualche caso anche nei confronti del loro partito, che hanno accusato di una certa tepidezza nel difendere le ragioni delle autonomie locali,  colpite ancora una volta dai tagli, questa volta della Spending Revew. Ieri sera il dibattito all’interno della della festa provinciale del Pd di Ferrara ha visto come protagonisti 5 sindaci, Tiziano Tagliani Sindaco di Ferrara, Barbara Paron, di Vigarano Mainarda, Presidente Associazione Comuni Alto Ferrarese, Marco Roverati, di Migliaro, Presidente Associazione Comuni del Delta, Filippo Parisini, di Ro, Presidente Associazione . Comuni Terre e Fiumi e Nicola Minarelli, di Portomaggiore, nonché presidente Associazione  Comuni Portomaggiore-Argenta. 5 comuni diversi, per dimensioni e problemi, ma interessi identici vale a dire la tenuta dei servizi all’interno delle singole comunità, nel  confronto quotidiano con i concittadini. In gioco, ha detto Minarelli nei tagli che colpiscono per l’ennesima volta gli enti locali, non ci sono solo i servizi erogati ai cittadini, ma la stessa autonomia dei territori. C’è in atto, ha aggiunto, da parte del governo centrale il tentativo di esautorare le autonomie locali. Una politica miope che non tiene conto del ruolo dei comuni, che  In Emilia Romagna, grazie a una legge di riordino delle autonomie locali da  cinque anni stanno procedendo ad una riorganizzazione importante, come provano le associazioni già costituite integralmente o in parte anche a Ferrara. la Spending revew per Vigarano Mainarda alle prese con i danni dei terremoti è pressoché quotidiana, ha detto Barbara Paron,  sarebbe ora di convincersi, ha aggiunto, che nei comuni, sotto l’incalzare delle molte manovre e il controllo diretto dei cittadini, lo spreco da molto tempo è inestente. Durissimo, Tiziano Tagliani, che ha accusato il governo di pretendere dai Comuni, ciò che il governo stesso non riesce a fare, vale a dire tagli di cda, tagli di spesa, e riduzione del debito, tutte cose che il comune di Ferrara ha fatto in questi ultimi anni. Una serie di accuse che non colpiscono, secondo i sindaci del Pd,  gli sprechi là dove sono, vale a dire a livello centrale, tolgono davvero, come ha riconosciuto Roverati, ai comuni il ruolo loro assegnato dalla Costituzione di essere davvero il motore dei territori.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=d25238ac-6544-42ac-bab7-2dc0f03582aa&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *