Il sindaco Alan Fabbri firma l’ordinanza di sgombero del campo nomadi

Il sindaco Alan Fabbri ha firmato nella mattinata di giovedì 1° agosto l’ordinanza di sgombero del campo nomadi di via delle Bonifiche, che dal giorno seguente darà l’avvio alle operazioni concordate con Prefettura, forze dell’ordine, vigili del fuoco e associazioni.

A confermarlo, in un video diffuso dal propri canali social, è lo stesso primo cittadino che dichiara di averlo fatto per motivi di carattere igienico-sanitario e di sicurezza. Il campo era stato aperto nel 1989.

In trent’anni, secondo quanto dichiarato da Fabbri, sarebbe costato nel complesso un milione di euro. Il sindaco specifica che il trasferimento ed il sostegno delle 40 persone Sinti coinvolte è temporaneo, in quanto non ritiene che si tratti di un principio di equità, evitando che alcuni abbiano privilegi che altri non hanno.

In conclusione della sua dichiarazione, Fabbri spiega che gli ospiti del campo avrebbero dovuto corrispondere una quota al Comune, ma ciò non è mai avvenuto e quindi sussiste un danno erariale al Comune stesso.

Non si parla, tuttavia, delle tre associazioni coinvolte per l’accoglienza, annunciate 24 ore prima dall’assessore Cristina Coletti: Viale K, Caritas e il gruppo locale Mons. Filippo Franceschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *