Essere Sinti e Rom, l’impegno culturale del Meis

Un luogo aperto ed inclusivo che racconti che cosa significhi essere una minoranza. E’ quanto il Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah di Ferrara intende rappresentare anche attraverso giornate come quella organizzata in via Piangipane che ha affrontato il tema legato alla cultura e alle popolazioni Sinti e Rom.

Un evento organizzato dal Meis nell’anniversario degli 80 anni delle leggi razziali che, oltre agli ebrei ed altre minoranze, avevano colpito Sinti e Rom. Un evento, quello di Via Piangipane, al quale ha partecipato anche il Comune di Ferrara per spiegare la situazione attuale di chi vive nel campo Rom di Via delle Bonifiche. L’impegno culturale del Meis ha preso spunto da Mondes Tsigane la mostra allestita al Musée National del l’Histoire de l’immigration di Parigi, che racconta attraverso un centinaio di foto storiche e d’autore, gli stereotipi sugli zingari. Un retaggio culturale più che mai radicato

Un pensiero su “Essere Sinti e Rom, l’impegno culturale del Meis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *