Sisma: “Emiliani, brava gente” in Ariostea

Mettere insieme le esperienze dei terremoti che hanno colpito l’Italia, per poter ricostruire e ripartire a Ferrara e in Emilia. Questo l’obiettivo di “Emiliani brava gente”, l’assemblea che il coordinamento delle Agende 21 ha organizzato negli spazi aperti della biblioteca Ariostea.

Tre gli obiettivi che d’ora in avanti dovranno essere le linee guida del post sisma: ricostruzione, lavoro e trasparenza nella gestione dei fondi.

Tra le persone che hanno partecipato ad “Emiliani brava gente” c’era anche l’ex presidente della provincia dell’Aquila, Stefania Pezzopane. “All’Aquila”, ha detto, “ci sono ancora 34 mila persone fuori dalle case a tre anni dal terremoto”.

Dall’incontro è emerso che in Emilia non si costruiranno “new town”, come avvenne nel capoluogo abruzzese. Qui si dovrebbero sfruttare le case sfitte.

“Emiliani brava gente” poi è continuato anche nel pomeriggio, sotto la pioggia. Oltre alle case si è parlato anche del tessuto economico fortemente danneggiato dal sisma.

Tra i relatori c’era anche il presidente dei Giovani industriali di Ferrara, Claudio Bighinati, e sono stati tanti gli spunti per far ripartire l’economia delle zone terremotate.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=5240c653-33d1-40d0-8a66-c16690c54683&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Un pensiero su “Sisma: “Emiliani, brava gente” in Ariostea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *