Sisma, il restauro del Bassi-Burgatti di Cento

03 restauro scuola cento BBUn anno fa, gli studenti dell’Istituto tecnico Bassi Burgatti di Cento entravano nei container che li avrebbero ospitati per tutto il corso dell’anno scolastico 2012-2013. Un anno molto difficile, trascorso in strutture provvisorie, con orari molto diversi da quelli a cui errano abituati docenti e studenti, dato che la loro scuola era stata resa inagibile dal terremoto.

Il 17 settembre del 2013, finalmente, il restauro dell’Istituto Tecnico Bassi Burgatti di Cento è stato sostanzialmente completato. Il primo e il secondo piano dell’edificio sono già pronti ad accogliere l’attività didattica, il piano terra avrà bisogno ancora di qualche settimana di lavori per essere in perfetta efficienza. L’istituto tecnico centese, la scuola più colpita dal terremoto di maggio 2012 rivive, dopo un’opera di recupero complessiva che lo ha reso anche sicuro dal punto di vista sismico: un eventuale nuovo terremoto, in sostanza, non lo danneggerà.

Complessivamente, l’opera di restauro ha richiesto investimenti per un milione di euro da parte della regione e di 500mila euro da parte di uno sponsor privato, l’industria farmaceutica Recordati di Milano, il cui presidente Giovani Recordati, ha ricordato – durante la cerimonia di inaugurazione dell’istituto restaurato – il dovere delle aziende di investire in istruzione, e quindi nelle nuove generazioni e nel loro lavoro futuro.

La cerimonia inaugurale dell’istituto restaurato ha visto la presenza del sindaco di Cento Piero Lodi, della presidente della provincia Marcella Zappaterra, del Presidente della regione Emilia Romagna Vasco Errani. Sono intervenuti anche gli studenti, orgogliosi di fare il proprio ingresso nella struttura resa nuovamente efficiente.

%CODE%

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *