Sisma: sbalzate dal nido dalle scosse, venerdì cicogne libere

Saranno liberate venerdì prossimo, 28 settembre alle ore 10,30, presso l’Oasi di Protezione della Fauna Anse di Porto-Bacino di Bando dove sono nate, le due Cicogne terremotate affidate in cura dalla Provincia alla LIPU.

Sbalzati dal nido dalle scosse del maggio scorso, i due pulli sono stati presi in cura dapprima presso il Centro di Recupero della Fauna selvatica “Giardino delle Capinere” a Ferrara e successivamente in un apposito centro per Cicogne, sempre della LIPU a  Silea di Treviso.

Perfettamente ristabilite ed in ottima forma, le nostre Cicogne ritorneranno nel luogo d’origine, saranno inanellate e liberate presso le strutture allestite dalla Provincia nell’ambito del Progetto di reintroduzione della Cicogna bianca in corso nell’Oasi di Bando.

“Un ulteriore segno di speranza e di ritorno alla normalità, dopo le sofferenze inferte dal terremoto non solo alle persone ma anche alla natura e agli animali” ha sottolineato l’Assessore Provinciale all’Agricoltura, Protezione Flora e Fauna e Protezione Civile Stefano Calderoni, che sarà presente venerdì prossimo alla liberazione delle Cicogne, finalmente di nuovo a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *