sisma, sindaci in provincia

Chiudere le tendopoli entro il 29 luglio: è questo l’obiettivo che si sono dati i comuni colpiti dal sisma e l’amministrazione provinciale, nel corso di un incontro convocato per fare il punto della situazione post terremoto.

Attualmente gli ospiti dei centri accoglienza sono, una ventina a Bondeno Scuole Medie, 70 a San Carlo di Sant’Agostino, 350 a Cento-Santa Liberata. Molti di loro sono persone di origine straniera, per cui si sperimenteranno percorsi assistiti, se necessario anche di rimpatrio volontario. Entro i primi di agosto dovrebbero concludersi le verifiche di agibilità degli edifici danneggiati dal sisma.

E in effetti i comuni ora devono pensare alla ricostruzione: come Poggio Renatico, che ha subito gravi danni, tra l’altro, agli edifici scolastici.

Tra i temi all’ordine del giorno, i foni disponibili per la ricostruzione: 3,3 miliardi nel decreto 74. Non sono abbastanza, dicono gli enti locali.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=eef6b9e6-fb2f-4920-aeac-a0090ff8d08b&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *