Terremoto, a sei anni dal 29 maggio ’12

Domani ricorrono 6 anni dalla seconda pesante scossa di terremoto che, dopo quella del 20 maggio, ha colpito il nostro territorio nel 2012.

Una giornata ricca di iniziative, per ricordare ma anche per capire, e riflettere sulle cose fatte e quelle ancora da fare.

Suoneranno tutte le campane di Ferrara domani mattina alle ore 9.02, l’ora del terremoto del 29 maggio, il secondo che nel 2012 ha duramente colpito la nostra regione e la nostra città.

 


 

Per ricordare le 23 vittime dei paesi a noi vicini le campane della Torre della Vittoria suoneranno 23 colpi, a seguire tutte le campane della città – grazie ai campanari di Ferrara ed alla collaborazione della Curia Arcivescovile – risuoneranno per ricordare come la città di Ferrara abbia saputo reagire con forza e determinazione. Ma sono tante le iniziative in programma domani. Dibattiti, incontri con gli studenti del liceo roiti al mattino e con la cittadinanza presso il dipartimento di Economia nel pomeriggio, sulla comunicazione del rischio e sulla conoscenza del terremoto. E ancora la storia sismica del nostro territorio, illustrata alle 18 in piazza Municipale da Francesco Scafuri, mentre alle 20.45, sempre in piazza Municipale è previsto l’intervento di Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna e Tiziano Tagliani, Sindaco di Ferrara. Seguirà la proiezione del film di Marco Cassini
LA NOTTE NON FA PIÙ PAURA Al termine del quale avrà luogo il dibattito con l’autore e attore Stefano Muroni intervistato dal giornalista Samuele Govoni.

Sempre nella serata di domani dalle ore 21.00 – 23.30 in Piazza Trento e Trieste
ci sarà iò FLASHMOB 6INPIEDI tutta la cittadinanza è invitata sul Listone per ballare tango, danza moderna e boogie con le scuole di danza di Ferrara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *