Sisma, trovato l’accordo sul recupero di S.M. in Vado

santa maria vadoTra Comune e Arcidiocesi un accordo per il restauro di Santa Maria in Vado

Sarà realizzato sulla base di un accordo tra Comune e Arcidiocesi di Ferrara il restauro post sisma della chiesa di Santa Maria in Vado per il quale la Regione ha stanziato la somma di 1.625.000 euro. I due comproprietari dell’antico complesso hanno infatti stilato un protocollo, approvato oggi dalla Giunta municipale, in base al quale l’Arcidiocesi, assegnataria del finanziamento e individuata dalla Regione come soggetto attuatore, provvederà sia all’elaborazione del progetto sia all’esecuzione dei lavori nell’intero immobile.

Il progetto, una volta redatto, dovrà essere inviato all’Amministrazione comunale, per il nulla osta tecnico del Servizio Beni Monumentali sulla porzione di proprietà comunale, prima di essere trasmesso al Commissario Delegato per il proprio parere.

Per gli edifici comunali verifiche sulla vulnerabilità sismica

Sarà finanziata con parte dei fondi del rimborso assicurativo ricevuto dall’Amministrazione comunale per danni sismici la spesa di 120.900 euro approvata stamani dalla Giunta per l’assegnazione di incarichi di verifica della vulnerabilità sismica degli edifici comunali.

Alcuni degli immobili che saranno interessati dalle verifiche, previste a norma di legge, rientrano tra quelli oggetto dei progetti post sisma approvati dalla Regione e, in tal caso, le attività di progettazione saranno integrate con le verifiche di vulnerabilità per una più corretta individuazione delle soluzioni tecniche da adottare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *