Smog e polveri sottili provocano trombosi, infarti e ictus

 

smogL’inquinamento causa nel mondo oltre tre milioni di morti ogni anno. A dirlo sono medici e specialisti che, riuniti in un incontro dell’Associazione lotta alla trombosi (Alt), che lanciano l’allarme inquinamento che provoca “malattie respiratorie, ma anche trombosi, infarto, ictus ed embolia polmonare.

Secondo gli esperti cambiare stile di vita diventa un’urgenza e le istituzioni devono passare subito ai fatti: ridurre il traffico e considerare il ruolo non trascurabile dell’inquinamento nelle case, perché nulla nell’organismo umano sembra essere immune dagli effetti devastanti delle polveri sottili. Su 53 milioni di morti l’anno in tutto il pianeta 3,3 milioni sono causati proprio dall’inquinamento dell’aria nell’ambiente esterno e la prima causa scatenante l’infarto acuto, continuano gli esperti, è proprio lo smog

 

Milano, insieme a Torino, riconferma il suo triste primato di ‘Capitale dello smog’ d’Italia che provoca “una riduzione dell’aspettativa di vita di 2-3 anni rispetto alla media. L’aumento dello smog si traduce in aumento dei casi di asma bronchiale, di bronchioliti del bambino, delle polmoniti, ma anche di tumori, in particolare di carcinomi polmonari, spiegano gli esperti. smog auto

 

All’Unione Europea “la comunità scientifica e le associazioni chiedono una politica più decisa e aggressiva per contrastare l’inquinamento dell’aria – conclude Roberto Bertollini, direttore del Programma per la salute e l’ambiente dell’Oms – che produce un grave danno di salute e in termini economici. La presidenza di turno italiana deve essere l’occasione per fissare efficaci strategie di lotta all’inquinamento”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *