Solo indicatori positivi nel bilancio di sostenibilità Hera 2011

Azionisti contenti per i dividendo significativi, lavoratori soddisfatti, clienti in continua crescita. E’ un bilancio di sostenibilità tutto positivo quello che la multiutility Hera ha tracciato per il suo 2011 e presentato a Ferrara. Il valore aggiunto prodotto da Hera si aggira intorno agli 1,7 miliardi di euro. 64,6 milioni solo a Ferrara. Positiva anche la ricaduta occupazionale del gruppo che solo nel 2011 ha assunto a tempo indeterminato 148 persone. Grande l’impegno sull’ambiente, con la raccolta differenziata che a Ferrara supera il 50% e lavori incessanti per il miglioramento degli impianti di potabilizzazione e la ricerca e riduzione delle perdite idriche sulla rete di acquedotti.

Tocca livelli mai raggiunti anche la soddisfazione dei clienti per i servizi erogati. Unico neo il costo dei servizi, aumentato nel 2011 del 6,5% rispetto allo scorso anno. Soltanto il 33% di questo totale, tiene però a precisare Hera, è di competenza della multiutility, per cui i costi dei servizi sono aumentati solo di 16 euro e cioè lo 0,8%. L’obiettivo comunque è crescere ancora: proprio a questo è dovuta la fusione con Agegas, che gestisce i servizi nelle province di Padova e Trieste.

[flv]http://telecentronew-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telecentronew&contentId=0b856021-7989-46f5-8dee-e3766990c332&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *