Sondaggio geotermia: è scontro tra Comitato “FerrAria salute” e sindaco

geotermia

Continua la polemica sul sondaggio voluto dal Comune sulla geotermia e quindi sulla centrale che dovrebbe sorgere in via Conchetta, progetto al quale si oppone il Comitato FerrAria Salute che oggi si è lamentato del mancato coinvolgimento da parte del primo cittadino.

Aspettavamo maggior coinvolgimento da parte del Comune di Ferrara e quindi da parte del sindaco Tiziano Tagliani sul sondaggio tra i cittadini riguardante la geotermia, ma così non è stato.

Queste le parole del Comitato FerrAria Salute che accende la polemica nei confronti del primo cittadino. A inizio settimana infatti Tagliani presentò i risultati di un sondaggio secondo il quale la maggioranza dei ferraresi è favorevole a un ampliamento della geotermia, e quindi della rete del teleriscaldamento.

Il sondaggio venne deciso mesi fa, nel corso di una serie di infuocate assemblee a Malborghetto, volute dai comitati di cittadini contrari al progetto di Hera di creare, nella area del vecchio inceneritore di via Conchetta, nuovi pozzi per l’estrazione di acqua calda finalizzati ad alimentare il teleriscaldamento.

Secondo il Comitato, il 15 aprile in Consiglio comunale il sindaco si impegnò a concordare con i comitati possibili azioni informative sul progetto, tra queste anche la scelta delle domande da inserire nella scaletta del sondaggio telefonico sottoposto a un campione di ferraresi.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/geotermia.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/25012014_geotermia.mp4[/flv]

Continua così la polemica sul progetto di Hera per la realizzazione della centrale geotermica al posto dell’ex inceneritore.

In settimana il sindaco era già intervenuto replicando alle accuse riguardanti la scelta del sondaggio: “Ho fatto l’unica cosa corretta da fare”, scrisse in una lettera, “ovvero un sondaggio tecnico, scientifico, trasparente e ad ampia rappresentatività” conclude Tagliani.

 

2 pensieri riguardo “Sondaggio geotermia: è scontro tra Comitato “FerrAria salute” e sindaco

  • 25/01/2014 in 23:24
    Permalink

    se fossi in voi imparerei a fare giornalismo obiettivo e non fazioso. Buona serata

    Rispondi
  • 26/01/2014 in 11:29
    Permalink

    Commentando i risultati sel sondaggio unilateralmente organizzato dal Sindaco.
    Non ho motivo di dubitare del fatto che la società di sondaggi abbia fatto le domande che le hanno detto di fare e analizzate le risposte in modo tecnicamente corretto.

    Premesse:
    Ovviamente non confondiamo una ‘consultazione popolare’ con un ‘il Sindaco ti chiede quello che gli pare’.
    Secondo, visto che questa operazione è stata pagata, non era il caso di concordare le domande in modo che servisse davvero a qualcosa?

    E ora vediamo ‘il parto’:
    Prima domanda serve a capire la conoscenza dei sistemi di geotermia in Italia e nel mondo.
    Il 23% ha risposto di no, quindi nelle domande successive un 23% non sa neanche di cosa si parla (la loro opinione sarà preziosa).

    La conoscenza della presenza di un sistema geotermico nella zona nord-ovest di Ferrara?
    22% no, quindi 1% non sa di cosa si parla ma ne è a conoscenza.

    La conoscenza dell’esistenza del progetto per l’ampliamento della geotermia a Ferrara
    54% non lo sa (se neppure sanno che ci sarà immaginate quanto siano informati su come vogliono farlo, anche questi avranno opinioni preziose da esprimere in seguito).

    L’ opinione sull’incremento dell’utilizzo della geotermia a Ferrara.
    Non una parola su come vogliono farlo (aumentare la portata a Casaglia?) il 37% è poco favorevole o indifferente.
    Una persona che è informata al minimo sa del progetto di ampliamento per cui almeno il 18% (54% – 37%) sta dando giudizi su cose che non conosce.

    L’opinione sulla realizzazione del progetto del sistema geotermico in via Conchetta
    Ecco finalmente una domanda sensata ma guardate come è stata formulata:

    Se il nuovo progetto di ampliamento del sistema geotermico si realizzasse in via Conchetta, con una conseguente riqualificazione dell’area, lei sarebbe …
    Nonostante questo mettendo assieme abbastanza favorevoli e molto favorevoli si arriva solo al 33%!

    Ecco altre formulazioni che sarebbero state senza dubbio più efficaci:
    Se il nuovo progetto di ampliamento del sistema geotermico si realizzasse in via Conchetta nel Parco Urbano lei sarebbe …

    Se il nuovo progetto di ampliamento del sistema geotermico si realizzasse in via Conchetta area potenzialmente contaminata, che se riconosciuta tale dovrà essere bonificata a spese del contribuente (frase di Tagliani) lei sarebbe …

    Visto che il nuovo progetto di ampliamento del sistema geotermico in progetto in via Conchetta non prevede solo geotermia ma anche centrali termiche nel parco lei sarebbe …

    Visto che il nuovo progetto di ampliamento del sistema geotermico in progetto in via Conchetta prevede trivellazioni potenzialmente a 3000 metri estremamente più profonde di quella a Casaglia, in zona sismica lei sarebbe …

    Visto che il nuovo progetto di ampliamento del sistema geotermico in progetto in via Conchetta prevede perforazioni vicino ad una linea (pipeline) di ammoniaca ed etilene lei sarebbe …

    Caro Tagliani non ci si può basare sulle opinioni di chi non è informato.
    L’unica cosa che si è capito è che i ferraresi, buona parte dei quali di geotermia non sa assolutamente nulla, forse la vuole.
    Avrebbe ottenuto lo stesso risultato se chiedeva se volevano le pale eoliche o l’energia dalle maree.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *