SPAL: si consolida il rapporto con Adamant

Il logo dell’azienda ferrarese sulle maniche delle maglie, la soddisfazione di Tacopina entusiasta di squadra e tifosi

“Sono molto soddisfatto -ha esordito il presidente Joe Tacopina, nel presentare l’accordo con Adamant BioNRG- del rapporto con questa impresa del territorio, che in questi anni ha avut omodo di affermarsi a livello internazionale e che ha confernato fiducia nei nostri confronti. Per noi è importante avere al nostro fianco un brand internazionale”. Al presidenbte ha fatto eco Alessandro Crivellaro. “Un rapporto che è cresciuto e consolidto negli anni -ha puntualizzato il Direttore Commerciale della Spal-, che, dopo averci affiancato per il ritiro estivo, e la presenza sulle divise, avrà anche spazio sui led a bordo campo”. “Il nostro -ha poi precisato Riccardo Marchetti amministratore delegato di Adamant- è un settore di nicchia, ma anche grazie al rapporto pluriennale con Massimiliano Mamini, abbiamo voluto consolidare la partnership con la Spal. Il nostro vuole essere un piccolo contributo anche alla città di Ferrara. Abbiamo filiali negli Stati Uniti, in Sud America e Russia, ma contiamo di espanderci ulteriormente. Stiamo apprezzando questa ventata di novità che sta portando la nuova proprietà della Spal. Anche in città si percepisce nuovo entusiasmo e la squadra, con tanti avvicendamenti, mi sembra possa essere considerata di buon livello”. “Abbiamo tanti obiettivi -è poi nuovamente intervenuto Tacopina- speriamo che in futuro, magari non tanto lontano, il logo Adamant possa campeggiare anche sul petto delle nostre maglie. Nel frattempo lavoriamo su tanti fronti, anche alla ricerca dell’azienda che potrebbe dare il “name” allo stadio. Importante sarà mettere in atto iniziative che possano dare visibilità e rispettare le attese dei nostri partner”. -Partita con il Monza, tour in città, giornate intense- “Se ripenso all’affetto che, anche ai miei figli, hanno riservato i ferraresi mentre percorrevamo le vie del centro in treno, mi vengono i brividi, la pelle d’oca. Sono grandi emozioni, come quelle che mi fanno provare i tifosi quando li vado a salutare dal campo. In molti mi chiedono come faccio a stringere tutte quelle mani. Non ci sono problemi, io sono e sarò sempre a disposizione di tutti per selfie, foto, autografi. Mi resta un piccolo rammarico perchè pensavo di poter portare a casa la vittoria con il Monza. Il gol di Colombo mi aveva fatto sperare. A proposito ieri sono andato a San Siro per seguire Milan-Lazio, gran spettaccolo, ho incontrato Massara, con i quale sono amico dai tempi della Roma e Maldini. Li ho ringraziati per averci affidato questo ragazzo che diventerà un grande giocatore. A Galliani invece ho detto che è stato molto fortunato. Battute a parte -ha proseguito il “numero 1″ spallino-, mi ha fatto piacere dialogare con uno dei dirigenti più preparati del calcio italiano. Abbiamo vedute simili, il nostro rapporto potrebbe portare reciproci benefici. A prescindere dal risultato, con il Monza ancora una volta è stato confermato l’ottimo lavoro di Clotet. I giocatori hanno il suo spirito. Sono orgoglioso del loro carattere. Credono nel loro valore, sono molto affiatati. Abbiamo davvero una bella squadra. L’obiettivo -ha concluso Tacopina- resta quello che abbiamo sempre indicato, poi vedremo cosa dirà il campo…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *