SPAL: partito di Francesco, altri acquisti e cessioni in vista

La rivoluzione di Lupo continua senza soste, ma con scelte che paiono azzeccate

Arrivato, dopo quello del Lecce, anche il comunicato ufficiale della Spal relativo al trasferimento di Federico Di Francesco alla società salentina, in casa biancoazzurra potrebbero profilarsi altri uscite, ma anche un paio di arrivi. L’operazione conclusa tra Fabio Lupo e Pantaleo Corvino potrebbe consentire al Direttore della compagine ferrarese di chiudere la trattivi da tempo in corso con il Vicenza per regalare a Roberto Venturato il giocatore che tante soddisfazioni gli ha regalato a Cittadella. Sul capitolo entrate la Spal potrebbe non fermarsi. Per completare il mosaico i tecnici biancoazzurri sanno quanto farebbe comodo garantirsi almeno un esterno per il reparto arretrato. Il giocatore sarebbe già stato individuato, l’esperto(classe 1993) Riccardo Fiamozzi, reduce da tre stagioni a Empoli, dopo l’esperienza a Lecce, con Meccariello, Mancosu e La Mantia che è stato suo compagno anche nell’avventura in Toscana. Pure in questo caso Fabio Lupo starebbe lavorando sodo per garantire un ulteriore salto di qualità alla rosa di Venturato. Prima di inserire un altro elemento in organico, con molte probabilità, dovrà essere definita qualche cessione. A parte i discorsi che riguardano Esposito e Murgia, che potrebbero andare per le lunghe, da sfoltire ci sarebbe il comparto esterni. Almeno due tra Almici, Pabai e Spaltro andranno ceduti e anche la conferma di Dickmann non è da dare del tutto per scontata. Dovesse arrivare qualche offerta pesante anche l’ex difensore del Novara potrebbe salutare la compagnia, con un gruppo che si profila sempre più rivoluzionato, specie se lo si confronta con quello della stagione post retrocessione, di cui della rosa di oggi facevano parte solo Thiam, Dickmann, Esposito, Murgia, Spaltro e Tunjov. Ma d’altro canto Lupo, il giorno del suo insediamento, era stato esplicito: “Apriamo le finestre -aveva detto il Direttore- serve aria nuova…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.