SPAL: con il Sassuolo Semplici si aspetta la reazione

E la chiede a chi non ha convinto a Firenze. Si allontana l’ipotesi turnover

Semplici, alla vigilia della gara con il Sassuolo, lascia trasparire 7na buona dose di tranquillità che vuole infondere anche ai suoi giocatori, in vista di una partita da cui si attende una risposta per capire quale è la vera Spal, quella brillante con l’Atalanta o quella arrendevole vista al Franchi? “Direi entrambe -ha esordito il tecnico-abbiamo fatto quattro partite come vorremmo sempre fare, purtroppo a Firenze, con una squadra di valore, abbiamo fatto un passo indietro, facilitandole il compito con un paio di errori pagati a caro prezzo”. -Riscatto con il Sassuolo?- “Affrontiamo un avversario notevolmente rinforzato sul mercato, quest’anno guidato da un tecnico giovane che predilige un gioco spettacolare ma, visti i risultati di queste prime giornate, anche efficace. Si profila una partita equilibrata, ma giochiamo in casa e sappiamo quanto è per noi importante il sostegno dei tifosi, cercheremo di sfruttare la loro spinta. I ragazzi hanno recuperato e sono animati da un gran spirito di rivalsa, da loro mi aspetto questa risposta, quindi non penso di apportare grandi variazioni alla formazione iniziale, punto molto sul loro desiderio di dimostrare di essere quelli delle partite che hanno preceduto la trasferta a Firenze. Fatta eccezione per Viviani, -ha precisato Semplici-sono tutti a disposizione. Devono recuperare solo sotto il profilo mentale, su quello fisico non ci sono problemi. Sulla formazione deciderò nelle ore che precedono la partita”. -Potrebbe essere il momento di Valdifiori?- “E’ integrato, sta bene, come tutti i suoi compagni, vedremo….”. -E Djourou, che sembrava dovesse diventare il leader del reparto arretrato?- “Inizialmente non ha potuto allenarsi con continuità per problemi muscolari, poi fino a sabato la Spal poteva vantare la miglior difesa del continente…. Anche lui -ha concluso l’allenatore della Spal- è a disposizione…”. Semplici, è evidente, non si è voluto sbilanciare. Restano quindi vari interrogativi, almeno uno per reparto, ma sembra da accantonare l’ipotesi di un massiccio turnover. Una possibile formazione potrebbe profilarsi con Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Kurtic, Schiattarella, Missiroli, Costa; Petagna, Antenucci, anche se non sono da escludere gli impieghi di Valdifiori e Paloschi. In casa Sassuolo De Zerbi sembra voler far rifiatare Boateng, Locatelli e Duncan, optando per Consigli; Lirola, Magnani, Ferrario, Rogeiro; Bourabia, Magnanelli, Sensi; Berardi, Babacar, Di Francesco. Il fischio di inizio di Abbatista della sezione di Molfetta è previsto alle ore 19.00, con radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International. 4161 biglietti venduti, di cui 253 agli ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *