SPAL: Semplici ci crede

Nonostante il gran valore dell’Inter, il tecnico ferrarese è convinto che la sua squadra potrà ben figurare. Venduti 6.415 biglietti.

Semplici, alla vigilia della gara con l’Inter, si dimostra misuratamente fiducioso. “Il valore tecnico, fisico e la storia dell’Inter dice tutto del potenziale su cui può fare affidamento Spalletti -ha sottolineato l’allenatore spallino-. Noi dobbiamo fare una prestazione che ci deve dare certezze per il futuro, a prescindere dal risultato. Cercheremo di mettere un campo tutte le nostre qualità. Dare continuità alle prestazioni precedenti contro una squadra fortissima. Siamo in crescita, lo dimostra la prova con la Sampdoria ma, lo so, ed alla fine è anche giusto, ciò che conta è il risultato e, sotto questo profilo, ultimamente non possiamo essere soddisfatti. Concludere imbattuti, quindi anche con un pareggio, la sfida con una squadra da primissime posizioni sarebbe, per mille ragioni, piu che mai importante, ma noi scendiamo sempre in campo per puntare al massimo obiettivo”. -Possiamo aspettarci novità rispetto alla gara di Genova?- “Nonostante le forzate rinunce a Kurtic, Viviani e Simic, che in allemaneto si è procurato una distorsione ad una caviglia, ho tante possibilità di scelta. La rosa è ampia. A Genova qualcuno aveva bisogno di rifiatare e potrebbe rientrare con l’Inter, da altri mi sarei aspettato prestazioni migliori. Voglio però una squadra propositiva -ha concluso Semplici- ma anche in grado di andare a creare difficoltà agli avversari in fase di avvio della manovra. Concedere il palleggio a giocatori di qualità come quelli che fanno parte dell’organico interista sarebbe per noi pericolosissimo”. Restano quindi alcuni dubbi sull’undici che inizierà la sfida con i nerazzurri, gli interrogativi riguardano in particolare chi occuperà, tra Costa e Fares la corsia mancina e chi, tra Paloschi e Antenucci, avrà il compito di supportare in atra cco Petagna. Un’ipotesi di formazione potrebbe prevedere Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Everton Luiz, Schiattarella, Missiroli, Costa; Paloschi, Petagna. Ampie possibilità di scelta per Spalletti, che non avrà Brozovic, bloccato da problemi muscolari, prenderà le decisioni definitive tenendo conto delle tossine della Champions. Il tecnico dell’Inter alla fine dovrebbe optare per Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoha; Vecino, Gagliardini; Keita, Naingolon, Candreva; Icardi. Il via alla sfida in un Mazza che va verso il tutto esaurito, affidata a Maresca della sezione, di Napoli, alle ore 20.30, radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International. Venduti 6.415 biglietti, di cui 1.440 per il settore ospiti.

Un pensiero su “SPAL: Semplici ci crede

  • 07/10/2018 in 8:08
    Permalink

    Che deve fare le valigie e andarsene c’è il Pisa che cerca un allenatore bravo come lui hahaha

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *