SPAL: cambi in vista con il Frosinone

ISemplici ha puntato l’indice verso le troppe palle gol concesse alla Roma, per cui si profila qualche variazione nella formazione iniziale

Per la prima volta nella stagione la Spal, reduce dal successo sul campo della Roma, affrontando la penultima della classe, parte con i favori dei pronostici. “I punti e la classifica dicono questo, ma dobbiamo fare attenzione a non abbassare la guardia. Sotto il profilo psicologico si prospetta una partita molto difficile. Facile mantenere alta la tensione quando si affrontano le big, sotto questo aspetto abbiamo molto lavorato in settimana -ha affermato Semplici alla vigilia del match interno con il Frosinone-, ma non scordiamoci che affronteremo una squadra che milita in serie A, con giocatori di qualità come Ciofani e lo stesso Beghetto, che conosciamo bene e può sempre creare qualche situazione pericolosa. Sarà un bel duello con Lazzari, che continua a crescere e maturare. A Roma, quando ci siamo posizionati a quattro, ha fatto bene anche in questa situazione”. -Un assetto che potrebbe essere utilizzato anche con il Frosinone?- “Lo escluderei, lavoriamo, durante gli allenamenti su varie soluzioni tattiche, di norma però da utilizzare soprattutto a gara in corso -ha affermato senza lasciar spazio ad alcun dubbio il tecnico spallino- la squadra di Longo ha altre caratteristiche rispetto a quella di Di Francesco, alle quale abbiamo concesso troppe palle gol, forse è stata la partita in cui abbiamo corso più rischi dall’inizio del campionato. Per questo, ovviamente a parte il risultato, non sono rimasto molto soddisfatto della prova dei miei all’Olimpico.” -Quindi ancora cambi in vista?- Da tempo vado dicendo che posso contare su una rosa ampia e di qualità. A parte Kurtic, Djourou e Simic, oltre a Milinkovic Savic squalificato(ha giocato con la Primavera che ha vinto 2-1 a Verona ndr), ho tutti a disposizione, compresi Viviani e Valdifiori, per cui farò, con il mio staff attente valutazioni, prima di prendere le decisioni definitive. Voglio che la squadra mantenga la sua identità, anche se a volte, specie in trasferta, ci si può accontentare. Nella corsa verso la salvezza l’importante è muovere la classifica. In certe occasioni, in particolare quando si gioca fuori casa,-ha concluso Semplici- pure un pareggio può essere accolto con il sorriso sulle labbra”. Lo schieramento iniziale della Spal potrebbe quindi prevedere Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Lazzari, Missiroli, Schiattarella, Valoti, Fares; Paloschi, Petagna. Sul fronte opposto Moreno Longo, che deve fare i conti con le indisponibilità di Ardaiz, Hallfredsson, Perica, oltre a quelle di Paganini e Dionisi, che torneranno in campo tra qualche mese, potrebbe rispondere con Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello, Beghetto; Campbell, Ciano; Ciofani. Gara affidata al padovano Daniele Chiffi, fischio di inizio alle ore 15.00, radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio International. Sono 4.446 i biglietti venduti, di cui 204 acquistati dai tifosi ospiti. Esaurite le curve, disponibilità negli altri settori. Biglietteria in via Cassoli, sotto lagradinata, aperta dalle 12.00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *