SPAL: Vicari tra salvezza e paternità. Sabato partitella con la Primavera

In estate il difensore romano diventerà papà. Per chiudere la settimana della pausa di campionato alle 10.30 test in famiglia al Centro G.B. Fabbri, a porte aperte. Per Frosinone venduti 674 biglietti.

Tra Roma e Frosine è toccato a Francesco Vicari presentarsi in sala stampa per fare il punto in casa Spal. Stagione di alti e bassi per il difensore romano, nel suo derby tornato sui livelli della scorsa stagione. “Dopo l’intervento subito in estate, ho lavorato con un programma personalizzato -ha precisato il difensore della Spal-, cercando di farmi trovare pronto quando il mister avrebbe ritenuto opportuno ridarmi fiducia”. Ed è stato così- “Mi sono sempre allenato con il massimo impegno, cosciente che in quel periodo le scelte del mister erano giuste. -ha ribadito Vicari-. Disputavamo ottime gare, mancava solo il risultato”. -Che con la Roma è finalmente arrivato- “Eravamo molto carichi, volevamo vincere in casa, tornare a festeggiare con i nostri fantastici tifosi. Sapevamo di doverci fronteggiare con un’avversaria di grandissime qualità, ad iniziare da Dzeko, per me uno dei migliori attaccanti, se non il migliore in assoluto della serie A” -Poi Vicari da laziale avevo una motivazione in più…- “Diciamo che sono cose cui pensi a fine partita -risponde sorridendo il difensore della Spal- specialmente quando ti ritrovi alla sera con familiari e amici di fede opposta. Abbiamo comunque già archiviato la partita con la Roma. Alla ripresa degli allenamenti, si è, giustamente, raccomandato di restare con i piedi per terra. Ora dobbiamo concentrarci sul Frosinone. Affronteremo una partita ancora più difficile. Troveremo una squadra avvelenata. La partita di andata deve servirci da monito. Questo è un campionato con valori superiori rispetto a quello della passata stagione. Anche noi siamo cresciuti. Io ero al debutto, ho fatto esperienza, importante è stato poter giocare con gli stessi compagni, questo ci aiuta tanto” -Lazzari in Nazionale, Petagna lancia messaggi a Mancini e Vicari?- “La maglia Azzurra è il sogno di tutti i bambini italiani quando iniziano a giocare a calcio. Diciamo -conclude Vicari- che ancora non è il momento. Per adesso il mio pensiero è rivolto alla salvezza della Spal”. -Ci dicono anche a altro…- “Non volevo ancora comunicarlo, anche perché la notizia è fresca, fresca -annuncia, non potendo evitare di lasciar intravvedere gli occhi lucidi, il corazziere della difesa spallina- a luglio dovrei diventare papà…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *